Suor Cristina fa professione dei voti perpetui: “La mia voce? A servizio di Dio”

Suor Cristina ha preso i voti ed ha deciso di fare professione perpetua per dedicare interamente la sua vita al servizio di Dio.

Suor Cristina
(Screenshot Video)

Conosciuta dal grande pubblico per la partecipazione e la vittoria a ‘The Voice’, la Suora spiega che l’esperienza in tv ha aumentato la sua fede.

Suor Cristina: voti perpetui

Uscita dall’esperienza di ‘The Voice’ con maggiore convinzione sui doni che Dio le ha donato, Suor Cristina nei mesi scorsi si è messa nuovamente alla prova a ‘Ballando con le Stelle’. La partecipazione al programma di Milly Carlucci non l’ha portata ad una nuova vittoria, ma ha avuto lo stesso un insegnamento da donarle. L’ultima esperienza televisiva, infatti, le ha dato l’assoluta certezza che la scelta di servire il Signore per tutta la vita fosse quella giusta.

Tale scelta è diventata ufficiale domenica 8 settembre, quando Suor Cristina Scuccia delle Orsoline della Sacra Famiglia, ha fatto giuramento di voti perpetui davanti all’Arcivescovo Mario Delpini nella Basilica di Sant’Ambrogio a Milano. Già in precedenti interviste la Suora aveva dichiarato: “Il successo non mi ha allontanato dal mio cammino. Anzi, credo che abbia contribuito molto alla mia crescita spirituale e personale“. Il giuramento non è altro che la prova tangibile di queste parole.

Il canto l’ha riavvicinata al Signore

La vita di Suor Cristina è stata sempre divisa tra il canto e la fede. Da adolescente, in seguito ad alcune problematiche familiari, la ragazza si era allontanata dalla Chiesa e aveva iniziato a coltivare la sua passione per il canto. Proprio il canto l’ha riavvicinata al Signore quando la madre le ha proposto di fare un provino per un musical ecclesiastico. Scelta come protagonista, ha interpretato Suor Rosa Roccuzzo. Quella interpretazione le ha toccato le corde del cuore e l’ha spinta a chiedersi il significato della vita. La risposta è stata drastica: la mia vita ha un senso solo se a servizio di Dio.

Entrata nel convento delle Orsoline, Suor Cristina aveva allontanato il desiderio di entrare a far parte del mondo dello spettacolo. Era convinta che il canto non fosse compatibile con la vita che aveva scelto. Poi, però, è stata invitata dalle consorelle a coltivare i doni che Dio le aveva dato ed è stata mandata per due anni in Brasile. In Sud America, dove canto e ballo sono alla base della vita, ha riscoperto il piacere di cantare, ma soprattutto che può farlo donando la sua voce a Dio.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]