Squadra di Football recita il rosario e vince: “Non è una coincidenza”

Squadra di football vince pregando il RosarioLa squadra di Football americano del Benedectine College ha vinto per due anni di seguito importanti tornei universitari, per il preside il merito è tutto del Rosario recitato prima di ogni incontro.

Chi pratica attivamente la propria fede religiosa, qualunque sia la confessione di cui fa parte, è consapevole di una verità: esiste una correlazione tra ogni aspetto della nostra vita e l’azione di Dio. Chiaramente il successo o l’insuccesso in un’attività o nel raggiungimento di un obiettivo prefissato non dipende strettamente dall’intervento divino, ma l’affrontarlo insieme a Dio può essere uno stimolo determinante per ottenerlo.

Di questo è certo il preside del Benedectine College di Atchinson (Kansas), Steven Minnis. Negli ultimi due anni, infatti, la squadra di football universitaria dei Ravens ha ottenuto due importanti successi all’Heart of America Athletic Conference ed in questo 2018 è arrivata anche la finale alla National Association of Intercollegiate Athletics. L’ultimo risultato dimostra che i giocatori dei Ravens non sono solamente i più bravi degli stati centrali, ma sono anche tra i migliori prospetti dell’intera nazione. Per il preside Minnis non ci sono dubbi che il merito di tali traguardi è da attribuire anche alla recita del Rosario prima di ogni incontro.

L’influenza del Rosario nei risultati sportivi dei Ravens

Da due anni a questa parte la squadra di football del Benedectine College è invitata alla recita del Rosario ogni mercoledì alle 7:30, prima dell’inizio delle lezioni. All’iniziativa ha preso parte più della metà della squadra, tra cui il quarterback Shefer Shouetz ed il linebacker Luke Wozny, due dei più interessanti prospetti del team. Lo stesso appuntamento si ripete prima di ogni incontro importante e non c’è settimana (nemmeno durante le vacanze) che i giocatori non si soffermino a pregare il Signore e recitare il Rosario. Intervistato sui successi dei suoi ragazzi, Minnis non ha nascosto la sua convinzione che la Madonna abbia dato loro una mano: “Due anni di Rosari e due vittorie al campionato non sono una coincidenza” ha infatti dichiarato ad ‘Aleteia‘.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello