Padre Silvano Alfieri commenta il messaggio della Madonna

Silvano AlfieriPadre Silvano Alfieri è il promotore di un Cenacolo di preghiera che si propaga da Medjugorje in moltissime altre comunità, associandosi alle intenzioni della Regina della Pace e al suo messaggio, diffuso ogni 2 del mese.

Padre Silvano Alfieri applica il metodo le “1000 Ave, Maria”. Eccolo spiegato dalle sue stesse parole: “Il 2 di ogni mese, alle ore 18,30-19.00, invierò una mail ai responsabili dei Cenacoli e ai segretari con il commento al messaggio della Regina della Pace attraverso Mirjana, come sussidio per la preghiera dei Cenacoli”.

Dunque, si diffonde il messaggio della veggente Mirjana di quel giorno e il commento, relativo ad esso, di Padre Silvano Alfieri.
Il commento è suddiviso per le decine del Rosario, che contemplano i vari “pezzi” del messaggio della Madonna.

In sede, si recitano le prime 50 Ave, Maria e si decide l’intenzione da applicarvi. Poi, ogni fedele che partecipa all’iniziativa, durante il mese, continua a recitare le Ave, Maria con cui desidera contribuire.

Il mese successivo, si effettua un vero e proprio conteggio delle Ave, o Maria recitate alla Madonna e una ricognizione di ogni “germoglio di grazia” sorto tra i devoti, per quella specifica intenzione.
Vi proponiamo, ora, il commento di Padre Silvano Alfieri al messaggio dato dalla Madonna alla veggente Mirjana il 2 Settembre scorso:

Il commento di Padre Silvano Alfieri

Silvano Alfieri“Quali sono le tenebre che allargano sempre di più la loro ombra sopra di noi, tentano di ingannarci e di oscurare in noi la luce preziosa della fede? Che cosa preoccupa questa mamma? Vien da dire tutto quello che nel mondo si oppone al vangelo. A livello globale possiamo immaginare un Europa che non vuole riconoscere le sue radici cristiane e fa leggi che con il Vangelo centrano poco, più in generale un mondo occidentale dove sempre più si vuole escludere Dio dalla vita quotidiana, le famiglie che si disgregano, le teorie gender che prendono spazio…

In altre parti del modo l’egoismo e la violenza che si manifestano nelle tante guerre e tante catastrofi umanitarie … Tuttavia “guai a chi rinuncia alla sua coscienza personale per partecipare a una coscienza e a una responsabilità collettiva, Dio giudica ciascuno secondo i suoi meriti e le sue colpe personali. Non esistono anime collettive. Dio considera gli uomini uno per uno e non gregge per gregge”.

Anche i primi cristiani, nell’impero romano, hanno trovato persecuzione, eppure la loro luce ha vinto quelle tenebre. Perciò, oggi per noi, è meglio cogliere l’occasione di questo messaggio per verificare a livello personale quanto la luce, la grazia di Gesù sono dentro di noi.

Maria di suo Figlio oggi ci dice: 1. SOLO LUI PUÒ CONVERTIRE LA DISPERAZIONE E IL DOLORE IN PACE E SERENITÀ: nel mio cuore c’è pace o c’è disperazione? Nei momenti di dolore mi abbatto, mi lascio sopraffare o permetto che il suo spirito di speranza mi sostenga?

2. MIO FIGLIO È LA VITA DEL MONDO: da uno a dieci, quanto vivi di Gesù e quanto di altre realtà
3. PIÙ LO CONOSCETE, PIÙ VI AVVICINATE A LUI E PIÙ LO AMERETE PERCHÉ MIO FIGLIO È AMORE: quanto conosci Gesù e quanto lo ami?

4. L’AMORE CAMBIA TUTTO. LUI RENDE MERAVIGLIOSO ANCHE CIÒ CHE SENZA AMORE VI SEMBRA INSIGNIFICANTE: sono belle anche le azioni quotidiane della tua vita o ti sembrano insignificanti?
5. SIATE GIARDINI CON I FIORI PIÙ BELLI: nel mio cuore sbocciano i bellissimi fiori della fede, della speranza e della sapienza? Nella mia vita sboccia qualcuno dei fiori più belli del Vangelo che sono le Opere di Misericordia?

Maria, in questo messaggio, ci indica quattro strade per andare incontro a Gesù, e così permettere, nella nostra libertà, alla sua luce di grazia di sorgere nel nostro cuore:
A. FIGLI MIEI, PREGATE, PENSATE A MIO FIGLIO, DURANTE TUTTI I MOMENTI DELLA GIORNATA INNALZATE LA VOSTRA ANIMA A LUI: quanto olio ci va nel motore di un’auto? Fino a quando si spegne la spia, ogni motore ha il suo livello per funzionare bene, Quante preghiere dobbiamo innalzare al cielo? Ognuno una quantità diversa, fino a quando nel suo cuore c’è serenità e pace, fino a quando la speranza illumina il cammino.

Ricordate le Opere di Misericordia, consiglia Padre Silvano Alfieri

B. FIGLI MIEI, ANCHE LE STRADE DOLOROSE SONO VIE CHE PORTANO ALLA CRESCITA SPIRITUALE, ALLA FEDE E A MIO FIGLIO.
Ripenso con gioia e con stupore alla salita del Krizevac, fatta durante il seminario di Agosto, insieme a 180 Apostoli della Pace. Alle 3 di notte con le torce in mano, eravamo una scia di luce che saliva quel monte, ma la luce più bella era la fede e la speranza che animava i partecipanti che andavano incontro alla luce della grazia. È stata una salita simbolica: siamo partiti considerando ognuno i propri dolori, li abbiamo raccontati a Maria e lei ci ha portato più in alto, ci ha portato a Gesù, la Via Crucis si è trasformata nella via della luce, al mattino è arrivata la luce del giorno e nel nostro cuore è sorto il sole della grazia.

C. PORGETE A TUTTI L’AMORE DI MIO FIGLIO: compiere una delle opere di misericordia, sono quattordici, sette materiali e sette spirituali. Si può scegliere quella che si preferisce, ciascuna di esse è una via per portare a tutti l’amore di Gesù e per portare Gesù nel nostro cuore.

D. CON LA PREGHIERA AIUTATE I VOSTRI PASTORI PERCHÉ POSSANO ESSERE PADRI SPIRITUALI COLMI D’AMORE VERSO TUTTI GLI UOMINI: pregare per i pastori che Gesù ha scelto è anche un’opera di misericordia che consente alla grazia di operare nella vita di tanti. I pastori scelti da Gesù sono cartelli stradali che ci indicano la via e quanto meglio svolgono la loro funzione quanto più semplice sarà per noi e per tanti trovare la strada della salvezza.

Carissimi, utilizziamo questo messaggio per controllare, come le vergini sagge del Vangelo, il livello dell’olio della grazia nella lampada della nostra anima.
Caro Apostolo, se la cosa ti interessa, ecco come fare questo test: in questo mese ritorna con la tua preghiera personale almeno una volta alla 3 decina, invoca lo Spirito di Scienza, ne abbiamo bisogno per mettere ordine al nostro cammino spirituale.

Quindi, con l’aiuto di Maria, prova a rispondere a ciascuna delle 5 domande della terza decina e come risposta metti un voto da 1 a 10, alla fine chiedi a Maria se stai viaggiando con la scorta di olio giusto o se ne devi aggiungere. Se ritieni di doverne aggiungere, passa alla 4 decina dove ci sono indicati quattro tipi di olio, scegli quello che ritieni adatto al tuo percorso e cerca di aggiungerne la quantità giusta, anche il troppo olio può danneggiare il motore.

Quanti più Apostoli avranno la lampada della grazia accesa, tanto più i vostri Cenacoli diffonderanno luce attorno a loro. Grazie ai Cenacoli accesi, il fiume di grazia scorre sempre più ampio e illumina sempre più cuori, e grazie agli Apostoli della Pace il cuore di Maria e di Gesù si aprono a un grande sorriso.
Il Signore Gesù vi benedica sempre. P. Silvano”.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI