Sesso in Chiesa. Arrestato l’ex sacerdote Travis Clark e bruciato l’altare

La terribile vicenda di Travis Clark ha sconvolto i fedeli in Usa. L’arcivescovo ha parlato di una profanazione demoniaca: “abbiamo bruciato l’altare”. 

Il sacerdote Travis Clark è stato trovato a girare un video a luci rosse con due attrici sopra l’altare della sua parrocchia – photo web source

Il sacerdote infatti sarebbe stato scovato da una parrocchiana mentre stava realizzando un atto sessuale sopra l’altare con due donne. Nel mentre le due stavano anche filmando l’accaduto con delle telecamere professionali.

L’arcivescovo ha organizzato una liturgia penitenziale di riparazione

L’arcivescovo di New Orleans, monsignor Gregory Aymond, nettamente scosso, ha organizzato una liturgia penitenziale di riparazione, e ha chiesto preghiere per i parrocchiani e per le comunità assistite dal sacerdote sacrilego.

“Il comportamento osceno di Travis Clark è stato deplorevole. La profanazione dell’altare in chiesa è stata demoniaca. Sono furioso per quello che ha fatto. Quando verranno chiariti i dettagli ritireremo quell’altare e lo bruceremo. Consacrerò un nuovo altare”, ha affermato.

L’arcidiocesi ha bruciato l’altare dove avvenuta la profanazione

Poco dopo l’arcidiocesi ha confermato che l’altare è stato bruciato in segno di riparazione per il sacrilegio. Una terribile infedeltà del sacerdote nei confronti della sua consacrazione, e un doloroso sacrilegio nella casa del Signore.

L’arcivescovo di New Orleans ha fatto bruciare l’altare in cui è avvenuto il gesto sacrilego – photo web source

Certo non ci sono vittime di abusi sessuali, in quanto tra le persone che hanno commesso l’atto c’era libero consenso. Ma il gesto mette in luce qualcosa di profondamente perverso nel cuore della Chiesa e per mano di uno dei ministri di Dio. Direttamente sopra l’altare, luogo consacrato per accogliere la Presenza Reale di Cristo nella Santissima Eucaristia.

L’uomo è stato arrestato per atti osceni in luogo pubblico

L’uomo, il trentasettenne Travis Clark, è stato arrestato con il reato di atti osceni in luogo pubblico. In quanto la finestra della chiesa, permette di vedere tutto l’interno fin dalla strada.

La chiesa profanata dei Santi Pietro e Paolo si trova in Louisiana, a Pearl River. Il sacerdote, nel momento in cui è stato scoperto, si trovava in compagnia di due donna sopra l’altare.

Travis Clark
Travis Clarck è stato arrestato per atti osceni in luogo pubblico e destituito dalla carica di sacerdote – photo web source

Nello specifico, due attrici di film a luci rosse. Mindy Dixon, di 41 anni, e Melissa Cheng, di 23. Le due avrebbero addirittura installato un’illuminazione professionale per realizzare filmati dentro la chiesa. Il che aggrava la posizione del sacerdote, in quanto dimostra una premeditazione dell’atto.

L’arcivescovo: “quel sacerdote non tornerà mai più ministro cattolico”

Non bastasse, una delle due attrici il giorno prima avrebbe scritto chiaramente sul suo profilo sociale che si stava recando a New Orleans “per profanare una casa di Dio”. Non appena venuta alla luce la orribile vicenda, l’arcidiocesi di di New Orleans ha immediatamente destituito il sacerdote dal suo ministero, come previsto dal Codice di Diritto Canonico.

La profanazione di un altare infatti, per la Chiesa, richiede una ben severa punizione, come previsto al canone 1376. L’arcivescovo ha così usato verso il sacerdote parole di fuoco. Il prelato ha infatti definito l’atto come “demoniaco”.

Travis Clark
Travis Clarck e le due attrici, Mindy Dixon, di 41 anni, e Melissa Cheng, di 23 anni – photo web source

Quel sacerdote, ha detto il vescovo senza troppi giri di parole, non tornerà mai più al ministero cattolico.

Giovanni Bernardi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]