Sei in ansia per gli esami? Ecco un Santo sempre pronto ad aiutarti

La paura di non superare un esame o di non riuscire a rispondere proprio a quella domanda, ci fa stare in pena. Ma c’è un Santo in particolare al quale chiedere aiuto, certi che la sua presenza accanto a noi non verrà mai meno.

San Giuseppe da Copertino, conosciuto come “frate asino”, nonostante la sua scarsa preparazione culturale, superò tutti gli esami per diventare sacerdote. La Chiesa perciò lo ha proclamato Protettore degli studenti.

studentessa
photo web source

L’aiuto di un Santo speciale

Quale Santo può aiutarmi nel superare questo esame così difficile?”: è questa la domanda che ogni studente, in procinto di preparare o far un esame particolarmente difficile, si pone. Me la sono posta anche io, quando frequentavo l’università.

Ci sono momenti durante i quali l’ansia davvero prende il sopravvento e, anche se hai studiato per giorni e giorni (prendendo anche spunto da una frase Leopardiana, “uno studio matto e disperatissimo”), arrivi a poche ore dalla fatidica sessione, e la mente è completamente annebbiata, nulla più ricordi di quell’argomento.

Che fare? Abbandonare tutto? Magari è proprio l’ultimo esame prima della tesi di laurea finale…come si può lasciar perdere tutto ad un passo dalla vittoria? Ed allora, ti metti lì, in ginocchio e preghi. Maria, come una mamma premurosa, ci assiste e ci sorregge. Gesù, da buon fratello maggiore, ci aiuterà di certo a star tranquilli e a mantenere la calma.

San Giuseppe da Copertino: lui mi ha aiutato

E i Santi? Forse non tutti lo sanno, ma ce ne è uno invocato proprio da tutti gli studenti: San Giuseppe da Copertino. Anche io l’ho pregato, e non solo una volta.

Mi recai all’università per sostenere uno degli esami più difficili del mio corso di laurea. Ero molto agitata, avevo studiato, ma avevo il terrore che il professore potesse farmi “quell’unica domanda di quell’unico argomento che tu avevi letto in modo veloce”. Quando sentii chiamare il mio nome, prima di entrare, presi l’immagine di San Giuseppe da Copertino che avevo con me, chiusi gli occhi, e dissi: “Ti prego, accompagnami tu”.

San Giuseppe c’era e la sua forza l’ho sentita. L’esame andò benissimo. Ciò che più mi ha colpito è stata anche la storia di questo Santo Fraticello che mi è stata raccontata proprio da due frati del suo Santuario. Giuseppe non era molto avvezzo agli studi, ma riuscì comunque, con l’aiuto di Dio e della Vergine Maria, ad essere ordinato sacerdote.

La preghiera dello studente

Ancora oggi, ogni giorno, recito questa preghiera perché non è esclusivo degli studenti rivolgere il proprio grazie a “frate Asino”.

O San Giuseppe da Copertino, amico degli studenti e protettore degli esaminandi, vengo ad implorare da te il tuo aiuto.

Tu sai, per tua personale esperienza, quanta ansietà accompagni l’impegno dello studio (degli esami) e quanto facili siano il pericolo dello smarrimento intellettuale e dello scoraggiamento.

Tu che fosti assistito prodigiosamente da Dio negli studi e negli esami per l’ammissione agli Ordini sacri, chiedi al Signore luce per la mia mente e forza per la mia volontà.

Tu che sperimentasti tanto concretamente l’aiuto materno della Madonna, Madre della speranza, pregala per me, perché possa superare facilmente tutte le difficoltà negli studi e negli esami.

Amen”

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it