San Roberto di Molesme, abate di Citeaux

Chi era San Roberto di Molesme?

San Roberto di Molesme fu un monaco benedettino, fondò il monastero di Molesme nel 1075. Nel 1098 con alcuni confratelli fondò l’ordine dei cistercensi.

San Roberto di Molesme monaco
San Roberto di Molesme (websource)

San Roberto di Molesme nacque nel 1024 nella regione francese della Champagne. Proveniente da una ricca famiglia della cittadina di Troyes, era destinato alla carriera cavalleresca. La sua strada era però un’altra. La sua vocazione arrivò dopo una grave carestia, il giovane Roberto ammirò con forte sentimento il modo in cui i monaci donavano tutto ciò che avevano. Iniziò il noviziato nel 1043 presso i monaci benedettini.

San Roberto e la fondazione di Molesme

Dopo l’esperienza cluniacense, presso la diocesi di Langres, San Roberto raccolse un gruppo di eremiti e nel 1074 si ritirarono presso la foresta di Collan (Borgogna). L’anno successivo chiesero ed ottennero l’autorizzazione a papa Gregorio VII per la fondazione di un monastero. Nacque in quell’anno il monastero di Molesme.

La necessità di un ritorno alla vita spirituale

Il monastero di Molesme attrasse molte vocazioni. Spesso le richieste portarono a casi di afflusso e problemi di affollamento. Gli impegni pratici col tempo iniziarono a sovrastare l’aspetto spirituale della vita a Molesme. San Roberto necessitava però di un ritorno a una vita più povera, semplice e che prediligesse gli aspetti spirituali.

San Roberto e i suoi compagni fondarono Citeaux

Questa necessità portò San Roberto alla decisione di staccarsi da Molesme e fondare un nuovo monastero. Insieme ai suoi compagni ottenne la benedizione dell’arcivescovo di Lione per la fondazione di un nuovo monastero. Il luogo scelto per la nuova fondazione era Citeaux, in un terreno donato dal conte di Beaune. Inizialmente i confratelli lo chiamarono Nuovo Monastero, successivamente prese il nome del luogo, Monastero di Citeaux (culla della riforma cistercense).

Roberto abate di Citeaux

San Roberto fu subito nominato abate di Citeaux, con voto unanime dei confratelli. Ricevette il bastone pastorale dalle mani del Vescovo . L’osservanza rigorosa della regola caratterizzò il suo operato. La cerimonia avvenne il 21 marzo 1098, giorno in cui si festeggiava la Domenica delle Palme e la festa di San Benedetto.

Gli ultimi anni

I monaci di Molesme chiesero di far tornare il loro fondatore al Monastero, poiché c’era bisogno del carisma della sua guida. Si affidarono a papa Urbano II. Il papa, vedendo che la comunità di Citeaux era ormai avviata e consolidata, ordinò a Roberto di ritornare a Molesme. San Roberto accettò la carica e sottopose il monastero alla rigida regola benedettina.

Canonizzazione e culto

San Roberto di Molesme morì il 21 marzo 1111 all’età di 83 anni. Papa Onorio III lo dichiarò Santo nel 1220. Dopo la sua morte ebbe grande venerazione da parte del popolo. Il calendario cistercense lo venera il 29 aprile. La chiesa cattolica celebra San Roberto il 17 aprile.

Fabio Amicosante

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it