Ross Mirascolosamente sopravvissuto all’aborto…

1602166_schermata_2016_03_10_alle_18.10.23

Ross è un bimbo speciale, figlio di Vicky Harper, 24enne di Caithness, nelle Highlands scozzesi, che tutto si aspettava che ritrovarsi a cullare un Figlio che non ha voluto ne desiderato, infatti Ross è sopravvissuto  a diverse interruzioni di gravidanza, una piccola roccia che ha resistito ad ogni tentativo di sopprimerlo. Vicky che già era mamma e si è dimenticata di assumere la pillola anticoncezionale e così è rimasta incinta. ma due figli proprio non poteva permetterseli e allora decide di abortire, anche con il consenso del suo compagno un ragazzo di 19 anni Keenan McIvor che le è stato accanto durante tutto il periodo della gravidanza e anche al momento di abortire.

Vicky e Keenan sono venuti a conoscenza della gravidanza indesiderata dopo svariati test di gravidanza e dopo 15 tentativi la risposta è stata sempre la stessa: era incinta. Nove settimane dopo l’aborto, la donna si è sottoposta a un’ecografia per scoprire che il suo bimbo, senza alcun dubbio, era ancora lì. «Lo avevo sempre saputo, ma quando ho visto muoversi sono scoppiata a piangere – ha raccontato Vicky – Mi sentivo persa. I medici mi dicevano che avrei potuto sottopormi a una seconda interruzione di gravidanza, ma essendo alla 16esima settimana i rischi aumentavano. Ero combattuta. Ma alla fine ho deciso di tenere il mio bambino, nonostante i medici mi avessero detto che, in alcuni casi, i bimbi che sopravvivono a un aborto possono nascere con problemi di salute e deformità». Nonostante le preoccupazioni sulle condizioni di salute di Jack, il piccolo è nato sano e forte a febbraio. Quando lo ha visto, Vicky non ha avuto dubbi: era stata una scelta difficile, ma la decisione di mettere al mondo il suo bambino è stata la più giusta della sua vita.

«Non cambierei la mia scelta per niente al mondo – ha concluso – È un bimbo speciale e lo sarà per sempre. Quando sarà abbastanza grande per capire, gli racconterò ciò che è successo. Non so quali parole userò, gli dirò semplicemente che è sopravvissuto e che lo amo più di quanto potessi solo immaginare».