Rivelazione shock di Padre Amorth sul Trionfo del Cuore Immacolato di Maria che deve arrivare

Padre Amorth è senza dubbio uno degli esorcisti più famosi di tutti i tempi, ed era un grande conoscitore di Medjugorje. Ma pochi sanno cosa disse sulla vittoria del Cuore Immacolato di Maria. 

In una straordinaria intervista Padre Amorth parlò della Madonna rivelando alcuni aspetti della devozione in Lei estremamente importanti per il futuro dell’umanità.

url5

Nelle profezie di Padre Amorth la visione della vittoria del Cuore Immacolato di Maria è anche strettamente legata alle apparizioni della Madonna di Medjugorje, e “Consacrarsi alla Madonna” per don Gabriele vuol dire accoglierla come vera madre. La sua era una profonda umanità connessa alla grande fede per Gesù e una devozione sconfinata per la Vergine Maria.

La lotta di Amorth contro il maligno che si lega a Maria

La sua figura è rimasta indelebile nella memoria dei cattolici per la sua instancabile lotta al maligno, e l’amore incondizionato che viveva per Gesù Cristo e la Madonna veniva trasmesso con grande generosità ai fedeli e a quanti lo conoscevano e incontravano. Tutto ciò è attestato dai numerosissimi esorcismi e le moltissime interviste che mostrano la sua grande profondità teologica e spirituale.

Per tutta la vita Padre Amorth ha combattuto satana e ha assistito persone sofferenti e uno dei suoi più importanti obiettivi era quello di far conoscere Cristo anche attraverso Maria nell’umile trionfo del Suo Cuore Immacolato.

Un altro passaggio importante che il sacerdote esorcista individuava nel pensiero cristiano,  e in particolare nella riflessione patristica legata alla visione di Agostino, è che attraverso il mistero dell’Incarnazione si giunge all’affermazione che “Maria ha concepito nel cuore prima che nel grembo“.

“Parlare del cuore di Maria significa penetrare in tutta la sua interiorità”

In un suo testo pubblicato sulla rivista “Madre di Dio” scrisse che “parlare del cuore di Maria significa penetrare in tutta la sua interiorità, nel suo rapporto con Dio e con gli uomini”. “La frase ripetuta da Luca, che Maria “custodiva tutto nel suo cuore” [cfr. Lc 2, 51] fa diretta menzione del cuore della Vergine; ma è solo un avvio iniziale di tutto uno sviluppo che è andato crescendo lungo i secoli e che è esploso soprattutto negli ultimi tempi”, continuava.

photo web source

Padre Amorth individuava in tre precisi avvenimenti gli sviluppi più importanti della devozione dei cristiani al Cuore Immacolato di Maria. Che sono le apparizioni a Santa Caterina Labouré, la consacrazione del mondo al Sacro Cuore di Gesù da parte di Leone XIII alla fine dell’ottocento, che diede indirettamente un impulso alla devozione al Cuore di Maria e agli studi su tale devozione. Infine le un impulso alla devozione al Cuore di Maria e agli studi su tale devozione.

Fu infatti a Fatima, nell’Apparizione del 13 Giugno 1917, che la Vergine disse: “Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato”. Chiedendo che venne consacrata la Russia al suo Cuore Immacolato.

L’invito di Padre Amorth a seguire gli ammonimenti materni di Maria

“Nella storia delle Scuole di Spiritualità, la devozione al Cuore di Maria si è dimostrata una fonte inesauribile di vita interiore, poiché da una parte il Cuore della Vergine comprende tutto il suo mistero di grazia e di amore per Dio e per l’umanità, dall’altra non possiamo passare sotto silenzio quei richiami con i quali la Vergine stessa ha voluto indicarci questa specifica devozione: basti pensare a Fatima”, scriveva Padre Amorth.

LEGGI ANCHE: Padre Amorth: il suo erede racconta quella sofferenza nascosta

“Allora, guardando al Cuore Immacolato di Maria, non c’è solo un’attrattiva che spinge alla fiducia; ci deve essere anche una disponibilità all’imitazione, ad aprirsi a Dio con tutto il cuore, a seguire gli ammonimenti materni di Maria. Del resto, un’autentica devozione al Cuore Immacolato di Maria richiede purezza di cuore, secondo l’insegnamento delle Beatitudini evangeliche: “Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio!” [Mt 5, 8]”.

In un altro intervento ripercorre le visioni della Madonna a Fatima e il vero significato sottinteso alle stesse. “La Madonna ha chiesto la Consacrazione della Russia a Suor Lucia. Ha chiesto ad Alexandrina Maria da Costa la Consacrazione del mondo. Sono due cose che camminano parallelamente.

Il futuro che aspetta all’umanità secondo Padre Amorth

La Consacrazione della Russia, come la voleva la Madonna, fatta dal Papa insieme a tutti i vescovi del mondo, era perché voleva che fosse un trionfo del Cuore immacolato di Maria e voleva che da quel momento venisse onorato a fianco esattamente del suo Cuore Divino”.

Ma fu per colpa dell’uomo che avvenne la Seconda guerra mondiale, proprio a causa del ritardo della Consacrazione. “La Russia sparse i suoi errori nel mondo, mentre la Conversione della Russia sarebbe stata un trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Ma la Madonna non veniva per annunciare guai, ma per evitarli”.

LEGGI ANCHE: Padre Gabriele Amorth: come soccorrere chi è vessato dal maligno

Allora bisogna riascoltare le parole che Benedetto XVI pronunciò l’ultima volta che si è recato a Fatima: “Chi credesse che il messaggio di Fatima riguardi solo il passato si illuderebbe, perché riguarda anche il presente e il futuro”. Di fronte ai drammi del mondo, che hanno intaccato la Chiesa, la consapevolezza del religioso sulla Profezia di Fatima è totale: “Alla fine la Russia si convertirà, il Suo Cuore immacolato trionferà, e ci sarà per il mondo un tempo di pace”.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it