Il ritorno della Zona Gialla a partire dal 26 aprile ma non per tutte le Regioni

Nonostante il nuovo DPCM, permangono le fasce di colore per le Regioni, diverse passano in giallo altre no in base al report dell’ISS. 

gialla
photo web source

Ci avviamo verso un Italia quasi tutta in zona gialla, ma ci sono alcune Regioni che attendono ancora in fascia arancione. Vediamo chi, dal prossimo lunedì, accede nella zona con meno restrizioni e chi ancora no.

Il ritorno della zona gialla

Dal 26 aprile entra in vigore il nuovo Decreto Covid e ritorna, dopo quasi un mese di assenza, la zona gialla, quella con minor restrizioni. Ma il Covid avanza ancora nel nostro Paese e non tutte le Regioni possono accedere, tranquillamente, in questa zona di colore.

Come ogni venerdì, anche oggi il report Dell’Istituto Superiore di Sanità ci presenta quali territori hanno un indice di contagiosità Rt al di sopra o al di sotto della soglia dell’1 e, quindi, cambiano fascia di colore.

Le Regioni che vi accedono

Passano in zona gialla la Lombardia, l’Abruzzo, le Marche, la Liguria, l’Umbria, il Piemonte, il Molise, il Lazio, l’Emilia Romagna, il Veneto, il Friuli, la Toscana e il Trentino Alto Adige, poiché hanno tutte un Rt inferiore ad 1 e un numero di contagi al di sotto dei 200 casi positivi ogni 100mila abitanti.

Zona arancione, ancora, per la Puglia

Dopo otto settimane di attesa, in zona gialla entra anche la Campania.

In zona arancione, restano la Basilicata, la Calabria, la Sicilia, la Puglia e la Valle d’Aosta.

Zona rossa per la Sardegna

Resta, ancora, in zona rossa, la Sardegna.

LEGGI ANCHE: Nuovo Dpcm: ecco tutte le regole per spostarsi dal 26 aprile

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it