Fase 2, esito tamponi: così l’Abruzzo ha dimezzato i tempi d’attesa

Per accelerare il procedimento burocratico e dimezzare i tempi d’attesa i risultati dei tamponi in Abruzzo saranno a disposizione dei medici di famiglia.

Foto dal web

Grazie all’intervento della regione, non sarà più necessario attendere l’invio da parte dell’Asl, ma potranno accedere direttamente al portale.

Accesso ai referti online

L’assessore alla Salute dell’Abruzzo, Nicoletta Verì, ha annunciato che a partire da lunedì, tutti i medici di base potranno accedere direttamente ai referti dei pazienti sul Coronavirus. I risultati del test, infatti, verranno caricati direttamente sul Portale del Medico e non ci sarà più bisogno che le Asl li inviino singolarmente ai medici di base dopo la richiesta. Per consultare i risultati il medico dovrà solamente digitare nome, cognome e codice fiscale del paziente e potrà consultare il risultato nel momento stesso in cui viene caricato sul portale.

Leggi anche ->Coronavirus, ripartenza Serie A: il vero problema sono i tamponi

Il Portale del Medico fa parte del sistema Attra (Applicativo Tracciatura Tamponi Regione Abruzzo), un progetto ideato e realizzato dal Servizio Sistema Informativo della Regione con l’utilizzo di risorse interne. Ovviamente l’accesso non sarà permesso se non verranno digitati tutti i dati corretti e comprensivi del codice fiscale, motivo per cui i cittadini si dovranno dotare di tessera sanitaria quando si recano dal medico.

Leggi anche ->Coronavirus, Usa: arriva un test rivoluzionario. Potrebbe essere la svolta

La soddisfazione dell’assessore: “Accorceremo notevolmente i tempi d’attesa”

Nel presentare la novità, l’assessore della Salute non nasconde un certo entusiasmo. Nicoletta Verì spiega che grazie a questo sistema si accorceranno notevolmente i tempi d’attesa e sì sgraverà parte del lavoro che compiono le Asl: “Con questo nuovo sistema ci sarà non solo un taglio notevole dei tempi di attesa per i pazienti, dal momento del referto a quello della comunicazione.

Test Coronavirus
Photo by Getty Images

Ma si alleggerirà la pressione sui Servizi Prevezione delle singole Asl; che potranno quindi dedicarsi agli altri compiti istituzionali, come il tracciamento dei contatti, evitando incombenze amministrative superflue”.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]