Lutto nel mondo del rugby: Rebecca muore a 18 anni dopo aver subito un placcaggio

Rebecca Braglia, morta dopo un contrasto sul campo da gioco

Rebecca Braglia non c’è l’ha fatta, la diciottenne è morta in ospedale dopo essere stata in coma per diversi giorni in seguito ad un contrasto di gioco. La diciottenne si trovava sul campo da Rugby del Ravenna per la sfida tra i padroni di casa e la sua Amatori Parma. Si trattava di un incontro importante, visto che si trattava di un derby, e la ragazza era sicuramente galvanizzata dalla prospettiva di parteciparvi. Purtroppo, però, mentre era in possesso di palla per guadagnare metri in direzione della meta, un’avversaria l’ha placcata facendole sbattere la nuca su campo da gioco.

Contrasti come quello sono all’ordine del giorno per chi gioca a rugby, ma nel caso di Rebbecca l’impatto con il terreno è stato durissimo. La ragazza è stata soccorsa in campo e portata d’urgenza all’ospedale di Cesena. Tutti erano preoccupati perché le condizioni sembravano gravi, un’impressione che è stata confermata dai medici che l’hanno presa in cura. Passati alcuni giorni il padre della ragazza ha ringraziato tutti per il sostegno (si erano già creati gruppi social di solidarietà alla famiglia) ed ha annunciato la morte della figlia: “Rebecca era una rugbista e ringrazia tutti i rugbisti, ora gioca nel Campionato dei cieli, voi dovete continuare quello terreno”.

I messaggi di sostegno alla famiglia da parte del movimento rugbistico italiano

La notizia della morte di Rebecca ha sconvolto tutto il movimento rugbistico italiano. Il primo a portare le proprie condoglianze alla famiglia della ragazza è stato il presidente della federazione italiana di rugby Alfredo Gravazzi che ha disposto un minuto di silenzio su tutti i campi di rugby in vista degli incontri di domenica: “Come padre di famiglia e come uomo di rugby, prima che come presidente federale, esprimo la mia vicinanza e le mie più sentite condoglianze alla famiglia di Rebecca”. Al cordoglio del presidente federale si è unito anche il capitano della nazionale maschile Sergio Parisse che sul profilo social ha scritto: “Cara Rebecca, sono profondamente addolorato. Mi stringo forte alla tua famiglia. Riposa in pace piccola”.

Luca Scapatello