Quante volte sentiamo questa frase: “alle persone cattive va tutto bene”

E’ il consiglio di un noto esorcista, Padre Carlin, considerato da molti l’erede di Padre Amorth, e portavoce dell’Associazione Internazionale Esorcisti (fondata proprio da Padre Amorth), che sottolinea quanto sia importante, per la chiesa tutta e la gente, avere a disposizione sacerdoti preparati ad affrontare i mali spirituali.  

Quando pronunciamo la frase su citata e ci arroghiamo il diritto di decidere cosa sia bene e cosa sia male, senza l’aiuto di Dio e il giusto discernimento: “Il Maligno si insinua nelle nostre azioni …”. “Ignoranza e superbia sono autostrade per il diavolo. Il Maligno si insinua e ha gioco facile, nel relativismo di oggi.”.

Ecco allora il primo passo indispensabile: capire i nostri bisogni e cercare di appagarli, ma fare in modo che il primo sia la ricerca di Dio. Il demonio infatti si annida proprio nei nostri desideri, nelle aspirazioni e nei sentimenti principalmente, minandoli alla base. In questo, infatti, consiste la sua seduzione.

“Quando incentro tutto su me stesso, sul mio egoismo e non mi confronto con Dio, decido io se è bene o male. Non mi metto in discussione, in verifica con Dio. L’inganno di Satana è questo: che ogni cosa che voglio e desidero sia bene. Ma non è così. Tutto ciò che penso, sento, desidero senza una verifica con la Verità che risiede solo in Dio, unico essere perfetto e perfezionatore, può rappresentare un inganno di Satana.”.

“Mi accorgo dell’azione di Satana quando ci sono scatti d’ira improvvisi e immotivati, sogni ricorrenti e premonitori, problemi di salute, di lavoro, negli affetti e non si trovano spiegazioni plausibili. Sono realtà sospette. Satana non attacca quelli che hanno l’io al centro dei loro pensieri, sentimenti e comportamenti. Quelli sono già suoi nella superbia. Si dice: “alle persone cattive va tutto bene”. Sembra che vada tutto bene, aggiungo io. Quando invece faccio una verifica, è lì che il diavolo (che significa “colui che divide”) agisce. Attacca i consacrati, i sacerdoti, le famiglie numerose, ognuno. Il diavolo si insinua e corrompe, influenza gli indecisi. La lotta è impari perché lui è un angelo. Se uno sta da solo, senza Gesù, perde di certo e avrà sofferenza in questa terra e rischia la dannazione eterna. Purtroppo molti non si rendono conto di quel che accade, perché vittime di una pseudo-cultura che afferma: “Il male e Satana non esistono”.”.

Siamo sempre in pericolo e non dovremmo sottovalutarlo mai. Il sacerdote, preposto ad essere esorcista, può esserci di aiuto, grandemente, perché ognuno faccia ordine nelle proprie scelte e rimanga collegato solo a Dio, attraverso i mezzi che conosciamo e che sono sempre a nostra disposizione: l’ascolto della Parola, la preghiera costante e l’Eucarestia. Il nostro obiettivo è la conversione totale, la sola possibile, che ci pone al riparo dalle insidie subdole del maligno e dei suoi servi, sparsi intorno a noi.