Settenario al Preziosissimo Sangue. Primo giorno

Settenario al Preziosissimo Sangue. Primo giorno
Preziosissimo Sangue di Gesù

Cominciando, oggi, il Settenario dedicato al Preziosissimo Sangue di Gesù, ci regaliamo una settimana intera per immergerci nel Mistero salvifico del Cristo, immolato sulla croce per la nostra salvezza.
Il suo Sangue, infatti, è l’arma più potente contro il male, contro la morte dell’anima, ed è la nostra risorsa migliore per risanare ogni nostra ferita e riparare ad ogni nostro umano errore.

Tra i Pontefici che gli furono devoti, ci fu Papa Pio IX, oggi Beato.
Papa Pio IX, nel 1848 -siamo nel periodo storico dei Moti rivoluzionari- si era dovuto rifugiare a Gaeta, poiché Roma era stata occupata e si temeva una guerra civile.
Qui, incontrò don Giovanni Merlini (oggi Venerabile), seguace di San Gaspare del Bufalo, con cui condivideva le iniziative della Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue, che gli predisse che, se ne avesse esteso la festa a tutta la Chiesa, avrebbe trovato il modo di tornare a Roma.

Il 30 Giugno del 1849, Papa Pio IX era di nuovo nella Capitale e, il 10 Agosto, firmò il decreto, secondo il quale la festa del Preziosismo Sangue era un rito che doveva e poteva essere celebrato in tutto il mondo cristiano.
Ma la battaglia per la diffusione di questa celebrazione, non ebbe fine in quei giorni.

Settenario al Preziosissimo Sangue

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Eterno Padre, ti offriamo i meriti del Preziosissimo Sangue, versato dal tuo diletto Figlio, durante la sua circoncisione, per la santificazione della Chiesa e del suo Capo e per la liberazione delle Anime del Purgatorio, specialmente della più abbandonata. Gloria.

Eterno Padre, Ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo, in riparazione dei miei peccati, per i bisogni della santa Chiesa, in suffragio delle Anime Sante del Purgatorio. Gloria.
Sangue di Gesù, salvaci Tu.

Antonella Sanicanti