Oggi ci consacriamo al Preziosissimo Sangue di Gesù

Oggi ci consacriamo al Preziosissimo Sangue di Gesù
Gesù

Santa Caterina da Siena affermava: “Chi con la mano del libero arbitrio prende il Sangue di Cristo e lo applica al suo cuore, anche se è duro come diamante, lo vedrà aprirsi al pentimento e all’amore”.

Il Sangue di Cristo e la sua devozione richiamano alla mente due episodi particolari: il vino che, all’Ultima Cena di Gesù con gli Apostoli, si trasforma in Sangue (come avviene tutt’ora in ogni Santa Messa celebrata nel mondo) e il fatto che Giuseppe D’Arimatea (che si occuperà della sepoltura di Gesù) avesse raccolto, nello stesso calice della Cena, il Sangue di Cristo, caduto nella crocifissione.

Entrambi gli eventi rimarcano il concetto del Sangue donato e sparso a salvezza di noi tutti.
Il Preziosissimo Sangue è stato versato da Cristo per sconfiggere il male e annientarlo per sempre. Per questo motivo, ha sempre rappresentato il culto della salvezza, tanto che, nel XI secolo, si diffuse anche la ricerca del Santo Graal, la coppa che lo avrebbe contenuto.

La potenza del contenuto del Graal è immensa, il Sangue di Cristo è il mezzo più potente per difendersi dal male; nel Sangue di Cristo, in preghiera o, meglio ancora, durante la Santa Messa, si possono immergere le nostre intenzioni e le nostre richieste, tutto quanto ci appartiene, sicuri che verranno lavate e purificate con fuoco e la grazia, proprie del sacrificio Eucaristico.
Ecco, allora, che la Consacrazione al Sangue di Cristo risulta quanto mai opportuna.

Atto di consacrazione al Preziosissimo Sangue di Gesù

Signore Gesù, che ci ami e ci hai liberati dai nostri peccati con il tuo Sangue, ti adoro, ti benedico e mi consacro a te con viva fede. Con l’aiuto del tuo Spirito m’impegno a fare di tutta la mia esistenza, animata dalla memoria del tuo Sangue, un servizio fedele alla volontà di Dio per l’avvento del tuo Regno.

Per il tuo Sangue, versato in remissione dei peccati, purificami da ogni colpa e rinnovami nel cuore, perché risplenda sempre più in me l’immagine dell’uomo nuovo, creato secondo giustizia e santità.
Per il tuo Sangue, segno di riconciliazione con Dio tra gli uomini, rendimi docile strumento di comunione fraterna.

Per la potenza del tuo Sangue, prova suprema della tua carità, dammi il coraggio di amare te e i fratelli, fino al dono della vita.
O Gesù Redentore, aiutami a portare quotidianamente la croce, perché la mia goccia di sangue, unita al tuo, giovi alla redenzione del mondo.
O Sangue divino, che vivifichi con la tua grazia il corpo mistico, rendimi pietra viva della Chiesa.

Dammi la passione dell’unità tra i cristiani. Infondimi nel cuore grande zelo per la salvezza del mio prossimo. Suscita nella Chiesa numerose vocazioni missionarie, perché a tutti i popoli sia dato di conoscere, amare e di servire il vero Dio.
O Sangue preziosissimo, segno di liberazione e di vita nuova, concedimi di preservare nella fede, nella speranza e nella carità, perché, da Te segnato, possa uscire da questo esilio ed entrare nella terra promessa del Paradiso, per cantarti in eterno la mia lode con tutti i redenti. Amen.

Antonella Sanicanti