La consacrazione e le promesse del Sacro Cuore di Gesù

Ogni primo venerdì del mese ricordiamo l’importanza della devozione al Sacro Cuore di Gesù e preghiamo che col suo amore ci protegga sempre.

Sacro cuore di Gesù
photo web source

La devozione al Sacro Cuore di Gesù fu promulgata in particolare da Santa Margherita Maria Alacoque (1647-1690), alla quale Gesù apparve rivelandone l’importanza. Gesù stesso legò a questa devozione delle importanti promesse:

Le promesse del Sacro Cuore di Gesù

  1. Io darò loro tutte le grazie necessarie al loro stato.
  2. Io metterò la pace nelle loro famiglie.
  3. Io li consolerò in tutte le loro afflizioni.
  4. Io sarò il loro sicuro rifugio in vita e specialmente in morte.
  5. Io spanderò le più abbondanti benedizioni sopra tutte le loro imprese.
  6. I peccatori troveranno nel mio Cuore la fonte e l’oceano infinito della misericordia.
  7. Le anime tiepide diverranno fervorose.
  8. Le anime fervorose s’innalzeranno rapidamente a una grande perfezione.
  9. Io benedirò le case ove l’immagine del mio sacro Cuore sarà esposta e onorata.
  10. Io darò ai sacerdoti il dono di commuovere i cuori più induriti.
  11. Le persone che propagheranno questa devozione avranno il loro nome scritto nel mio Cuore e non ne sarà mai cancellato.

    La grande promessa

  12. Io prometto nell’eccesso della misericordia del mio Cuore che il mio amore onnipotente concederà a tutti quelli che si comunicheranno il primo venerdì del mese per nove mesi consecutivi la grazia della penitenza finale. Essi non moriranno in mia disgrazia, né senza ricevere i Sacramenti, e il mio Cuore sarà loro rifugio sicuro in quell’ora estrema.

Preghiamo dunque il Sacro Cuore di Gesù, cosicché in esso e nel suo amore possiamo essere tutti racchiusi, nella sua infinita misericordia.

LEGGI ANCHE: Promesse del Sacro Cuore di Gesù e rivelazioni a S. Margherita Alacoque

Consacrazione al Sacro Cuore di Gesù

Io (nome e cognome),
dono e consacro al Cuore adorabile di nostro Signore Gesù Cristo
la mia persona e la mia vita, (la mia famiglia/il mio matrimonio),
le mie azioni, pene e sofferenze,
per non voler più servirmi d’alcuna parte del mio essere,
che per onorarlo, amarlo e glorificarlo.

E’ questa la mia volontà irrevocabile:
essere tutto suo e fare ogni cosa per suo amore,
rinunciando di cuore a tutto ciò che potrebbe dispiacergli.

Ti scelgo, o Sacro Cuore, come unico oggetto del mio amore,
come custode della mia via, pegno della mia salvezza,
rimedio della mia fragilità e incostanza,
riparatore di tutte le colpe della mia vita e rifugio sicuro nell’ora della mia morte.

Sii, o Cuore di bontà, la mia giustificazione presso Dio, tuo Padre,
e allontana da me la sua giusta indignazione.

O Cuore amoroso, pongo tutta la mia fiducia in te,
perché temo tutto dalla mia malizia e debolezza,
ma spero tutto dalla tua bontà.

Consuma, dunque, in me quanto può dispiacerti o resisterti;
il tuo puro amore s’imprima profondamente nel mio cuore,
in modo che non ti possa più scordare o essere da te separato.

Ti chiedo, per la tua bontà, che il mio nome sia scritto in te,
poiché voglio concretizzare tutta la mia felicità
e la mia gloria nel vivere e morire come tuo servo.

Amen.

(di Santa Margherita Maria Alacoque)

Elisa Pallotta

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]