Preghiera di oggi 6 luglio alla Madonna delle Carceri

Oggi si ricorda la Madonna delle Carceri, che apparve in lacrime ad un bambino. Preghiamo Maria ricordando cosa avvenne allora.

Madonna delle Carceri di Prato
photo web source

La tradizione vuole che il miracolo della Madonna delle Carceri sia legato all’apparizione al piccolo Jacopo Belcari, un bambino di otto anni. Era il 6 luglio 1484 e il bimbo giocava in una piazza, quando vide la Madonna apparire vicino il carcere delle Stinche a Prato, abbandonato da tempo. Sul volto della Madonna apparvero delle lacrime, e accanto a lei vi era anche Gesù Bambino.

Il miracolo della Madonna di Prato fece partire in seguito la costruzione della basilica di Santa Maria delle Carceri, ed è a a partire da quell’evento prodigioso che la città ogni anno festeggia la Madonna delle Carceri.

Preghiamo Maria Santissima che possa lenire le ferite del nostro cuore e donarci la vera libertà del cuore.

Preghiera alla Madonna delle Carceri

O dolce Vergine Maria,
tu sei il refrigerio del nostro cuore
e colei che è potente contro il male.

Liberaci, o Maria, da ogni male
che ci tiene carcerati nel cuore,

nella mente e nel corpo:
fascia o Maria, con la grazia che ti proviene da Dio,
i nostri cuori spezzati,
liberaci da ogni peccato e schiavitù del maligno
e intercedi per la guarigione dai nostri mali.

Ti preghiamo, o Madonna delle Carceri,
di essere vicina col tuo amore e la tua grazia
a tutti coloro che sono in carcere,
a tutti coloro che lo sono perché colpevoli, o addirittura innocenti.
Ti preghiamo di suscitare vincoli di perdono nei nostri cuori
e non di odio e schiavitù.

Concedici, Maria, che tuo Figlio Gesù sia tutta la nostra libertà,
la nostra via, verità e vita,
cosicché il nostro cuore possa appartenervi per sempre.

Amen.

Elisa Pallotta

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]