Preghiera di oggi 27 luglio alla Madonna della Rosa

La Vergine intervenne prontamente in aiuto della giovane insidiata dai malintenzionati e li fermò in maniera davvero prodigiosa

Madonna della Rosa
photo web source

Il 27 luglio 1644 una fanciulla del paese di Canale, vicino a Ceresole d’Alba (Cuneo), stava andando al mercato di Sommariva del Bosco. Era intenta a vendere la frutta, quando fu avvistata e inseguita da due mercenari malintenzionati.

Questi volevano abusare di lei, e la giovane scappò inoltrandosi nel bosco, fino a incrociare un pilone votivo dedicato alla Madonna delle Rose.

Questo era posizionato in quel punto da un secolo prima, in ricordo di una terribile battaglia combattuta tra francesi e spagnoli, che terminò con tanti soldati uccisi ma anche con la salvezza della popolazione locale grazie all’intervento di Maria.

I piloni posti a memoria di questo dramma erano due, e quello in particolare era ricordato come il Pilone della Madonna della Rosa. Sull’affresco, infatti, Maria avvolta in un manto azzurro, mentre con il braccio sinistro regge il Bambino Gesù e con la mano destra impugna una rosa.

Una volta finita davanti a questa immagine, ormai nascosta nella vegetazione che vi era cresciuta attorno rigogliosa, la ragazza chiese la protezione di Maria per difendersi dai malintenzionati. Subito i cavalli che trasportavano i due mercenari si fermarono e rimase immobili, impedendo loro la continuazione dell’inseguimento.

Quando la notizia si diffuse, i due soldati, che avevano compreso il miracolo, riconobbero la loro colpa e si pentirono, e ben presto su quel pilone venne costruita una cappella.

Preghiera alla Madonna della Rosa

O dolcissima Madre di Dio,
tu che sempre ascolti il nostro grido
e le preghiere che ti rivolgiamo con fiducia;

tu che hai in odio la violenza in ogni sua forma
e intercedi presso tuo Figlio
per portarci la pace
e trarci in salvo dai pericoli,
guarda a tutte le situazioni
dove siamo stretti dall’angoscia e dalla tribolazione.

Sii sempre la nostra Avvocata, o Maria,
nostra difesa,
nostra fortezza inespugnabile
a cui ricorrere nelle difficoltà,
e conducici, te ne preghiamo, in salvo
tra le braccia del tuo Divin Figlio.
Amen
Ave Maria.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]