Preghiamo con Maria, soprattutto per il dono della pace

PREGHIAMO CON LA VERGINE MARIA

Chi ha potuto conoscere ciò che accade a Medjugorje, ascoltare i racconti dei tanti prodigi che oggi avvengono in quel luogo, come in altri nel passato e nel mondo, grazie all’intervento della Madre di Dio e Madre nostra, è un testimone di quei fatti.
Un testimone chiamato a parlare nella gloria di Dio e della grazia, che si manifesta anche attraverso dei presunti miracoli (saranno le autorità preposte e lo Spirito Santo, soprattutto, a definirli tali e reali) e, soprattutto, le centinaia e centinaia di conversioni.
Tante persone, nel mondo intero, hanno deciso di cambiare vita, di abbracciare, non solo la croce di Cristo, ma anche il credere che, in lui, sia possibile risorgere.
Si può risorgere qui, in questa vita, dai problemi ritenuti insormontabili, da guai finanziari, dalla depressione, dai tradimenti e da ogni umana avversità; si potrà, poi, risorgere, un giorno, alla vita vera ed eterna, quando non saremo più di questo mondo.
Per addentrarci in questi discorsi, comprenderli pienamente e farli propri, abbiamo a disposizione, oltre alle testimonianze su citate, la chiesa intera con i suoi Ministri e i Sacramenti, le catechesi, e, nel cielo, gli Angeli e gli Arcangeli, i Santi e soprattutto lei: la Madonna.
E con lei, per mezzo di alcuni dei messaggi, dati proprio a Medjugorje nel corso degli anni, possiamo iniziare a riflettere e a pregare, con intelligenza e umiltà profonda (rimandandovi sempre ad andare alla fonte, per una visione più completa dei testi):
“Pregate, pregate, pregate! Credete fermamente, confessatevi con regolarità e comunicatevi. E’ questa l’unica via di salvezza” (10 Febbraio 1982).
“Se sapeste quanto vi amo, piangereste di gioia! Figlioli cari, se qualcuno viene da voi e vi chiede qualcosa, voi gliela date. Ecco: anch’io sto davanti ai vostricuori e busso, ma molti non si aprono. Io vorrei tutti voi per me, ma molti non mi accettano.” (1 Marzo 1982).
“Molti ammalati, molti bisognosi, hanno cominciato a pregare per la propria guarigione, qui, a Medjugorje. Ma, ritornati a casa, hanno presto tralasciato lapreghiera, perdendo così la possibilità di ricevere la grazia che attendono.” (8 Settembre 1986).
“Vi invito figlioli: aiutatemi con le vostre preghiere, ad avvicinare quanti più cuori possibile al mio Cuore Immacolato. Satana è forte e, con tutte leforze, vuole avvicinare quante più persone possibilia se ed al peccato. Per questo sta in agguato per carpirne ogni momento di più. Vi prego figlioli, pregate edaiutatemi ad aiutarvi. Io sono vostra Madre e vi amo e perciò desidero aiutarvi.” (25 Maggio 1995).
“Cari figli! Oggi vi invito a decidervi per Dio ogni giorno. Figlioli, voi parlate molto di Dio e testimoniate poco con la vostra vita. Per questo, figlioli, decidetevi perla conversione, affinché, la vostra vita sia vera davanti a Dio, in modo che, nella verità della vostra vita, testimoniate della bellezza che Dio vi ha donato. Figlioli,vi invito di nuovo a decidervi per la preghiera perché nella preghiera potrete vivere la conversione.” (25 Luglio 1996).
“Ecco, per questo io sono con voi, per insegnarvi ed avvicinarvi all’Amore di Dio. Se amate Dio al di sopra ditutto, sarà facile per voi pregare ed aprirgli il vostro cuore.” (25 Maggio 1999).