Pierce Brosnan: “Il mio dialogo personale con quello che sta lassù”

Pierce BrosnanPierce Brosnan, uno dei più recenti e affascinanti James Bond, ha affrontato diverse tragedie nella sua vita privata: “La preghiera mi ha aiutato, quando ho perso mia moglie per un tumore e quando mio figlio ha vissuto un periodo difficile. Ora la fede mi aiuta ad essere un padre, un attore e un uomo”.

La moglie Cassandra è morta dopo una lunga malattia di 4 anni, che lei ha combattuto con tutte le sue forze. Aveva un tumore alle ovaie e l’attore l’ha sostenuto fino all’ ultimo suo respiro.
“Era una lottatrice e con la sua forza, il suo ottimismo e la sua passione per la vita sembrava sempre che andasse tutto bene. Quando tratti con la morte, apprezzi la vita in modo davvero dolce. I giorni in cui non aveva dolori ci rendevamo conto di quanto tutto fosse bello”, ha raccontato Pierce Brosnan. Quando è rimasto solo, ha trovato la forza nella fede, perché nemmeno la terapia psicologica, che aveva deciso di seguire, poteva dargli modo di consolarsi.

Dio è stato buono con me. La mia fede è stata buona con me, in momenti di profonda sofferenza”.
La sua infanzia di cattolico irlandese non è stata facile: il padre lo ha abbandonato da piccolo e la madre, pur di poter lavorare, lo aveva affidato alle cure dei parenti.

Nel corso della sua vita, poi, tra dubbi e incertezze lecite, ha avuto qualche “problema” con le disposizioni della Santa Madre Chiesa, ma non per questo ha smesso di partecipare alla Santa Messa o di pregare.
E nel momento più terrificante della sua vita, la sua fede, la sua capacità di rivolgersi a Dio lo hanno sostenuto e gli hanno permesso di ritrovare la serenità.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI