Come liberarsi degli oggetti maleficiati che abbiamo in casa

oggetti maleficiati

Gli oggetti maleficiati sono quelli su cui qualcuno ha invocato la presenza e la potenza di satana, con l’intento di minare la nostra vita interiore (e conseguentemente quella quotidiana) e renderci bersaglio di un maleficio. Ognuno di noi potrebbe averne in casa.

Possono essere oggetti di qualunque tipo, anche ritenuti sacri, che vengono resi nocivi da specifiche operazioni e rituali esoterici.
Purtroppo, non c’è modo di distinguerli perché, all’apparenza sembrano assolutamente innocui e comuni; La loro negatività dipende dall’intenzione malvagia di cui sono stati “caricati”.

Attenzione ai regali

Gli oggetti maleficiati possono essere introdotti a casa nostra sotto forma di innocenti regali, oppure di nascosto, ma anche fatti comparire da fattucchieri potenti, che hanno uno stretto rapporto con satana.
E’ importante ricordare che, se si scopre di essere stati bersaglio di un maleficio così congegnato, è indispensabile l’aiuto di un sacerdote esorcista e di tante benedizioni sacramentali: mai pensare di combattere il male con le proprie forza, ne usciremmo sconfitti e peggiorati.

Come individuare gli oggetti maleficiati

Sicuramente, però, i sacerdoti esorcisti, e coloro che si occupano di combattere i malefici da molto tempo, sanno dare indicazioni su come individuarli, comportarsi e disfarsene.
Attraverso un rito di esorcismo, ad esempio, si possono avere delle indicazioni per individuare alcuni oggetti maleficiati, che abbiamo in casa. Essi vanno bruciati, ma ci si deve disfare anche delle ceneri, sempre pregando e chiedendo l’aiuto di un sacerdote esorcista, che provvederà a benedire noi e la casa in cui li abbiamo rinvenuti.

Gli oggetti maleficiati possono essere stati ingeriti!

Se l’oggetto maleficiato è stato addirittura ingerito dalla persona vessata, allora, si deve fare in modo che lo vomiti, perché la persona possa sperare di stare nuovamente bene.
E’ opportuno, pertanto, recandosi da un esorcista almeno per un consulto, raccontare di qualunque rapporto di dipendenza o di repulsione che si possa avvertire alla presenza di un oggetto particolare, per sondare, poi, alla luce della preghiera e della Parola di Dio, se effettivamente quell’oggetto possa ritenersi pericoloso, per la propria incolumità e la propria fede.

Anche se gli oggetti in questione possono essere di ogni genere (dalle foto, ai mobili della casa, dagli abiti, ai cuscini su cui dormiamo), solitamente vengono scelti, per riti diabolici, quelli che potrebbero stare più stretto contatto con la persona a cui si vuole fare del male.
I disturbi prodotti potrebbero inizialmente essere disparati: malessere generale, mal di testa e di stomaco inspiegabili, disturbi nel sonno, voglia di fuggire da un certo luogo o di tornarvi sempre, fino ad arrivare ad avvertire delle presenze in casa, a vivere dei litigi insensati con gli altri componenti della famiglia, a subire manifestazioni di possessione demoniaca, nonché improvvisi fallimenti familiari.

 

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI