Perchè alle 3 di pomeriggio scatta la Misericordia?

15877_1562197064019685_3857234629850303177_n
L’Ora della Misericordia alle 15,00 in punto.

 

 L’Ora della Misericordia

«Ogni volta che senti l’orologio battere le tre, ricordati di immergerti tutta nella Mia misericordia, adorandola ed esaltandola; invoca la sua onnipotenza per il mondo intero e specialmente per i poveri peccatori, poiché fu in quell’ora che venne spalancata per ogni anima (517). E’ un’ora di grande misericordia per il mondo intero» (440).
Cristo desidera che ogni giorno si onori il momento della Sua agonia sulla Croce (alle tre del pomeriggio), in cui come Egli stesso ha detto – «fu fatta grazia al mondo intero, la misericordia vinse la giustizia» (517). Desidera perciò che in quel momento si mediti la sua dolorosa Passione perchè proprio in essa é apparso in modo più chiaro l’amore di Dio per gli uomini; desidera che si adori e si esalti la misericordia di Dio e che per i meriti della Passione di Gesù Cristo vengano implorate grazie per se stessi, per il mondo intero e soprattutto per i peccatori. «In quell’ora cerca di fare la Via Crucis, se i tuoi impegni lo permettono – raccomandava Gesù a S. Faustina – e se non puoi fare la Via Crucis, entra almeno per un momento in cappella ed onora il mio cuore che nel SS.mo Sacramento é pieno di misericordia. E se non puoi andare in cappella, raccogliti in preghiera almeno per un breve momento là  dove ti trovi» (517).
«In quell’ora – proseguiva il Salvatore – otterrai tutto per te stessa e per gli altri (517). In quell’ora non rifiuterò nulla all’anima che mi prega per la Mia Passione» (440).
La preghiera nell’Ora della Misericordia é strettamente legata alle tre del pomeriggio e deve essere rivolta a Gesù.

Invocazione nell’Ora della Misericordia:

«O Sangue e Acqua, che scaturisti dal Cuore di Gesù come sorgente di misericordia per noi, confido in Te» (99).

 Brani dal Diario per la meditazione

 «O Gesù, hai affrontato per noi una Passione tanto tremenda, unicamente per amore. La giustizia del Padre Tuo sarebbe stata appagata da un Tuo unico sospiro e tutto il Tuo annientamento é opera esclusivamente della Tua misericordia e di un inconcepibile amore. Tu, o Signore, mentre partivi da questa terra, hai voluto restare con noi ed hai lasciato Te stesso nel sacramento dell’altare e ci hai spalancato la Tua misericordia. Non c’e miseria che Ti possa esaurire. Hai chiamato tutti a questa sorgente d’amore, a questa fonte della divina pietà. Lì é la sede della Tua misericordia, lì la medicina per le nostre infermità. Verso Te, viva sorgente di misericordia, tendono tutte le anime: alcune come cervi assetati del Tuo amore, altre per lavare le ferite dei loro peccati, altre ancora per attingere forza per affrontare i disagi della vita.
Quando spirasti sulla croce, nello stesso istante ci hai donato la vita eterna. Permettendo che squarciassero il Tuo sacratissimo fianco, ci hai aperto la sorgente inesauribile della Tua misericordia, ci hai dato quello che avevi di più prezioso, cioé il Sangue e l’Acqua del Tuo Cuore. Ecco l’onnipotenza della Tua misericordia, dalla quale giunge a noi ogni grazia» (575-576).

 

«O Gesù, Verità Eterna, nostra Vita, invoco e mendico la Tua misericordia per i poveri peccatori. O Cuore dolcissimo del mio Signore, pieno di compassione e di insondabile misericordia T’imploro per i poveri peccatori. O Cuore Santissimo, Sorgente di misericordia, dal quale scaturiscono raggi di grazie inconcepibili per tutto il genere umano, da Te imploro la luce per i poveri peccatori. O Gesù, ricorda la Tua dolorosa Passione e non permettere che periscano anime redente col Tuo preziosissimo e santissimo Sangue. O Gesù, quando considero il grande prezzo del Tuo Sangue, gioisco per il suo grande valore, dato che una sola goccia sarebbe bastata per tutti i peccatori. Benchè il peccato sia un abisso di cattiveria e d’ingratitudine, tuttavia il prezzo pagato per noi é assolutamente incomparabile. Pertanto ogni anima abbia fiducia nella Passione del Signore, speri nella misericordia. Iddio non nega a nessuno la Sua misericordia. Il cielo e la terra possono cambiare, ma la misericordia di Dio non si esaurisce. Oh! quale gioia arde nel mio cuore, quando considero questa Tua incomprensibile bontà, o Gesù mio. Voglio condurre ai Tuoi piedi tutti i peccatori, affinché lodino la Tua misericordia per i secoli infiniti» (39).

 

«O Gesù, disteso sulla croce, Ti supplico, concedimi la grazia di adempiere fedelmente la santissima volontà del Padre Tuo, sempre, ovunque ed in tutto. E quando la volontà di Dio mi sembrerà pesante e difficile da compiere, Te ne supplico, Gesù, scenda allora su di me dalle Tue Piaghe la forza ed il vigore e le mie labbra ripetano: «Signore, sia fatta la Tua volontà».
O Salvatore del mondo, amante dell’umana salvezza, Tu che fra i tremendi dolori del Tuo supplizio Ti sei dimenticato di Te stesso ed hai pensato alla salvezza delle anime, o Gesù pietosissimo, concedimi la grazia di dimenticare me stessa, in modo che viva totalmente per le anime, collaborando con Te all’opera della salvezza, secondo la santissima volontà del Padre Tuo» (424-425).