San Giuda Taddeo: “Patrono dei casi disperati, il Santo degli impossibili”

S.-Giuda-Taddeo-Tempo-di-preghiera-520x245

Santo Apostolo tanto sconosciuto quanto miracoloso la cui memoria è stata spesso annebbiata a causa dell’omonimia con il traditore Giuda Iscariota.

San Giuda Taddeo per i suoi enormi meriti e forse per riscattare il suo nome così gravemente macchiato è uno dei santi più prolifici nella concessione di miracoli e, nel caso specifico, in relazione “alle cause perse e ai casi impossibili”.

Figlio di Cleofa (fratello di San Giuseppe), Giuda Taddeo è cugino di Nostro Signore Gesù Cristo e secondo alcune fonti sarebbe lo sposo delle celeberrime Nozze di Cana. Per difendere la Fede Cattolica affrontò un eroico martirio.

E’ noto come “Patrono dei casi disperati, degli affari senza rimedio, il Santo degli impossibili”. Va anche precisato che il nome “Giuda” prima che fosse sfregiato dall’Iscariota ebbe un passato gloriosissimo nella Tradizione Veterotestamentaria.

La sua Memoria ricorre il 28 ottobre, anniversario della sua morte in Persia nel 70 d.C..

PREGHIERA A S. Giuda Taddeo
(per ottenere qualche grazia)
O glorioso Apostolo S. Giuda Taddeo, vero parente di Gesù e Maria secondo la carne, ricorro a
Voi, che siete ben conscio della
vostra grande dignità e potenza
sul Cuore Divino di Gesù. Per
mezzo di questo Cuore Divino io lodo
e benedico Iddio per tutte le grazie di cui vi ha ricolmato.
 
Umilmente prostrato davanti a Voi vi supplico con tutto il fervore del mio spirito di rivolgere su
di me il vostro sguardo pietoso.
Oh! Accogliete le mie povere preghiere e non permettete che la
fiducia riposta in Voi rimanga delusa.
 
A Voi il Signore ha concesso il privilegio di aiutare l’umanità nei casi più disperati.
Oh! Venite adunque in mio soccorso, perché
io possa esaltare le misericordie di Dio.
 
Vi prometto di esservi
riconoscente per tutta la mia vita e di
essere sempre un vostro devoto,
finché verrò, come spero, a
ringraziarvi per tutta
l’eternità lassù nel cielo.
Amen.