Papa Francesco: i telegrammi scritti ai Paesi che lo hanno ospitato in Africa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:45

Papa Francesco, durante il suo ultimo Viaggio Apostolico in terra d’Africa, ha scritto numerosi telegrammi anche ai Paesi che l’hanno ospitato.

papa francesco telegrammi
photo web source

Nove sono stati i Paesi ringraziati dal Santo Padre durante il volo di rientro a Roma. La sala stampa Vaticana ha deciso di pubblicarli.

Un pensiero costante è stato quello di Papa Francesco per i Paesi che l’hanno ospitato in questo viaggio in Africa, per l’Italia e per altri Stati presenti nelle sue preghiere. Tanto da ringraziarli uno ad uno con un telegramma diretto durante il volo di ritorno dal suo 31esimo Viaggio Apostolico.

Papa Francesco: “I telegrammi ai Paesi ospitanti”

E’ di consuetudine, infatti, che il Pontefice scriva un messaggio a tutti i Paesi che vengono sorvolati dall’aereo papale, in base alla destinazione, oltre a quelli che l’hanno materialmente ospitato. Papa Francesco ha rivolto, ad ognuno di loro, saluti e “benedizioni di pace e di benessere, in particolare per le popolazioni locali, assicurando loro preghiere” – fanno sapere dalla Sala Stampa Vaticana.

Rinnovo la mia gratitudine per la vostra calorosa accoglienza, e invoco sulla Nazione le benedizioni di Dio Onnipotente” – ha scritto Francesco nel telegramma indirizzato al Presidente del Madagascar, inviato dopo il decollo dall’aeroporto del Paese.

Il telegramma al Presidente Mattarella

Ma quali sono i Paesi a cui Francesco ha scritto? Madagascar, Kenya, Tanzania, Sud Sudan, Etiopia, Sudan, Egitto, Grecia ed Italia: a tutti loro, il Santo Padre ha scritto: “Al mio rientro dal mio Viaggio Apostolico in Madagascar, Maurizio e Mozambico, dove ho avuto la possibilità di incontrare popoli ancorati a salde tradizioni spirituali e desiderosi di progredire, formulo di cuore per Lei, Presidente, e per la Nazione Italiana un cordiale auspicio di serenità assicurando la mia preghiera” – ha scritto al Presidente della Repubblica Mattarella.

Papa Francesco è rientrato a Roma ieri sera, intorno alle 19. Dopo l’atterraggio, come di consueto, si è recato a Santa Maria Maggiore in preghiera, per ringraziare la Vergine del viaggio appena trascorso.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte: vaticannews.va

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]