Papa Francesco ai vescovi: In Amazzonia per salvare la Terra dagli abusi

Il sinodo sull’Amazzonia in Vaticano

Papa Francesco ha stabilito dal 6 al 27 ottobre prossimi, una riunione in Vaticano per la salvaguardia di questa zona.

papa Francesco

In corso, in questi giorni, un pre sinodo da cui usciranno i veri strumenti di lavoro.

Il sinodo per l’Amazzonia

L’Amazzonia al centro delle attenzioni della Santa Sede: un nuovo cammino di integrazione da parte della chiesa. L’assemblea speciale dei vescovi è stata convocata per la regione Panamazzonica dal santo padre per il 6 ottobre. Ma, come qualsiasi altro evento, è in corso una vera e propria fase preparatoria, con l’ascolto dei popoli indigeni che lì abitano e delle loro difficoltà.

Da martedì mattina ha preso vita un incontro, un vero e proprio consiglio pre – sinodale, per far sì che ne venga fuori un documento preparatori, per raccogliere le sintesi di tutti i contributi e per redigere gli strumenti di lavoro dei padri sinodali. Saranno più di 100 i vescovi presenti e provenienti da quelle zone.

L’obiettivo dell’incontro

L’obiettivo principale di questo incontro? “Trovare nuove vie di evangelizzazione di quella parte del popolo di Dio, in particolare gli indigeni, spesso dimenticati e senza prospettiva di un futuro sereno” – ha dichiarato Papa Francesco.

Il polmone verde del mondo, una regione (l’Amazzonia) da preservare non solo dal punto di vista ambientale, ma anche e soprattutto dal punto di vista umano: “Una regione che deve essere preservata dagli abusi e dagli interessi economici di chi non rispetta la natura, ma è importante salvaguardare anche gli oltre 30 milioni di persone che vi abitano e che sono esposte a numerosi rischi” – ha concluso il santo padre.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte: vaticannews.va