Papa Francesco: “Ordinerò, a breve, 13 nuovi Cardinali”

Papa Francesco ha annunciato la nomina di 13 nuovi Cardinali, affinché “la Chiesa diventi missionaria nel mondo”. I profili dei nuovi porporati.

L’annuncio, dato ieri durante l’Angelus, ha anticipato la cerimonia della consegna della beretta rossa che ci sarà il prossimo 5 ottobre.

Papa Francesco: “13 nuovi cardinali”

L’annuncio di 13 nuovi Cardinali è stato dato direttamente da Papa Francesco durante l’Angelus domenicale: “La chiesa sia missionaria nel mondo e, per continuare l’annuncio della Parola di Dio sulla terra e per nuove evangelizzazioni, ha bisogno sempre di nuove leve” – con queste parole, il Santo Padre ha annunciato il nuovo Concistoro che ci sarà il 5 ottobre.

Papa Francesco ordinazione cardinali
(Screenshot Video)

I Cardinali: ecco i nomi

Ma chi sono questi nuovi Cardinali? Scopriamoli insieme:

  • S.E. Mons. Miguel Ángel Ayuso Guitox, mccj: presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso. Missionario in Egitto e Sudan fino al 2002. Dal 1989 è stato professore di Isalmologia a Il Cairo e poi al Pontificio Istituto per gli Studi Arabi;
  • S.E. Mons. Ignatius Suharyo Hardjoatmodjo: Arcivescovo di Jakarta e presidente della Conferenza Episcopale dell’Indonesia. Dal 2006 è anche Ordinario Militare dell’Indonesia. È il primo Arcivescovo di Jakarta proveniente dal clero diocesano;
  • S.E. Josè Tolentino Calaca de Mendonca: archivista e bibliotecario di Santa Romana Chiesa dal 2018. È stato rettore del Pontificio Collegio Portoghese a Roma ed è docente presso le Università Cattoliche di Rio de Janeiro;

Papa Francesco: “Nuovi ordinati provenienti da diverse zone del mondo”

  • S.E. Mons. Fridolin Ambongo Besungu, o.f.m. cap: Arcivescovo di Kinshasa. Eletto Vescovo di Bokungu-Ikela, ha ricevuto l’ordinazione episcopale il 6 marzo 2005. Dal giugno 2016 è Vice-Presidente della Conferenza Episcopale Nazionale del Congo;
  • S.E. Mons. Juan de la Caridad García Rodríguez: Arcivescovo di San Cristóbal de la Habana. Il 26 aprile 2016, Papa Francesco lo ha nominato arcivescovo Metropolita di San Cristóbal de La Habana;
  • S.E. Mons. Alvaro L. Ramazzini Imeri: Vescovo di Huehuetenamgo. Il 15 dicembre 1988 è stato nominato vescovo di San Marcos ed ha ricevuto la consacrazione episcopale a Roma da san Giovanni Paolo II il 6 gennaio 1989. Ha ricoperto molti incarichi nella Conferenza Episcopale di Guatemala, e attualmente presiede la Commissione per le Comunicazioni Sociali e la Commissione per la Pastorale Penitenziaria;
  • S.E. Mons. Jean-Claude Höllerich, sj: Arcivescovo di Lussemburgo. Nel 1981, è entrato nella Compagnia di Gesù. E’ stato anche Delegato della Conferenza Episcopale Giapponese per la preparazione e la partecipazione alla Giornata Mondiale della Gioventù a Colonia nel 2005. Il 12 luglio 2011 Papa Benedetto XVI lo ha nominato arcivescovo di Lussemburgo;

Anche gli Italiani fra i nuovi ordinati

  • S.E. Mons. Matteo Zuppi: Arcivescovo di Bologna dal 2015. Dal 2000 al 2012 è assistente ecclesiastico generale della Comunità di Sant’Egidio. Nominato vescovo titolare di Villanova e Ausiliare di Roma il 31 gennaio 2012, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 14 aprile dello stesso anno;
  • P. Michael Czerny, sj: Sottosegretario della Sezione Migranti – Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale. Ha operato in Africa in qualità di fondatore e direttore dell’African Jesuit AIDS Network (AJAN), Rete di sostegno ai gesuiti africani impegnati a dare risposte alla pandemia dell’HIV/AIDS. Nel 2009, Papa Benedetto XVI lo ha nominato adiutor (esperto) al Sinodo dei vescovi per l’Africa. Dal 2010 è consulente presso il Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace. Nell’ottobre 2018 è stato membro del Sinodo dei giovani;
  • S.E. Mons. Cristóbal López Romero, sdb: Arcivescovo di Rabat da dicembre 2017. È stato ordinato sacerdote il 19 maggio 1979. E’ stato anche provinciale della Provincia Salesiana di Bolivia; dal 2014 provinciale della Provincia Salesiana di María Auxiliadora in Spagna;

Papa Francesco: “Fra essi, anche alcuni Cardinali anziani”

  • S.E. Mons. Sigitas Tamkevičius, sj: Arcivescovo emerito di Kaunas. Nel 1983 fu arrestato, 10 anni di prigionia nei campi di lavoro di Perm e Mordovia per propaganda ed agitazione anti sovietica. Dal 1999 al 2002 e dal 2005 al 2014 l’arcivescovo è stato nominato presidente della Conferenza episcopale di Lituania. Dal 2002-2005 ha ricoperto l’incarico di vice-presidente. L’undici luglio 2015, Papa Francesco accettò la rinuncia come arcivescovo, presentata per limiti d’età;
  • S.E. Mons. Michael Louis Fitzgerald, m. afr.: Arcivescovo emerito di Nepte. Il 22 gennaio 1987 è stato nominato segretario dell’allora Segretariato per i non cristiani, chiamato dal 1988 Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso. Il 16 dicembre 1991 è nominato vescovo titolare di Nepte e riceve la consacrazione episcopale il 6 gennaio 1992. Il 15 febbraio 2006, è Papa Benedetto XVI a sceglierlo come Nunzio apostolico dell’Egitto fino alla rinuncia presentata per limiti d’età nel 2012;
  • S.E. Mons. Eugenio Dal Corso, psdp: Vescovo emerito di Benguela. Dopo la sua ordinazione sacerdotale (17 luglio 1963) è inviato a Roma per completare gli studi di teologia dogmatica, dedicandosi anche alla vita pastorale nella parrocchia di Madonna di Campagna (Verona) e poi a Napoli. Nel 1975 comincia la sua vita missionaria: la prima destinazione Argentina, a Laferrere provincia di Buenos Aires. Il 12 febbraio 2008 è nominato vescovo di Benguela fino al 26 marzo 2018 dove presenta rinuncia per limite d’età.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte: vaticannews.va

LEGGI ANCHE: Vaticano: Papa Francesco apre il 29° Consiglio dei Cardinali, “combattere ogni abuso”

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]