Non c’è famiglia senza dialogo. Posate i cellulari! – Video

Lasciare i cellulari quando si è a tavola: Papa Francesco chiede un dialogo aperto fra genitori e figli, in particolare in occasione del periodo di Natale.

“Gesù, Maria e Giuseppe possono essere il modello di santità per le nostre famiglie”: Papa Francesco ci invita a guardare alla Sacra Famiglia.

Papa Francesco: il modello della famiglia di Nazareth

Il Santo Padre, durante la preghiera dell’Angelus, ha deciso di porre l’attenzione sulla Famiglia: “Farsi santi in famiglia è possibile: occorre guardare a Nazareth, dove Gesù, Maria e Giuseppe, ciascuno a suo modo e poi coralmente, hanno risposto alla volontà di Dio aiutandosi reciprocamente a riconoscerla”.

Un vero e proprio modello per le famiglie di oggi dove, secondo l’analisi attenta di Francesco, inizia a mancare quel dialogo, anche in un posto semplice, come quando si è a tavola: “Io mi domando: tu, nella tua famiglia, sai comunicare o sei come quei ragazzi a tavola, ognuno con il telefonino, mentre stanno chattando?”.

“Come è brutto il silenzio fra genitori e figli”

Il silenzio a tavola, per Papa Francesco, diventa la rottura definitiva di qualsiasi dialogo possa instaurarsi fra genitori e figli: “In quella tavola sembra vi sia un silenzio come se fossero a Messa … Ma non comunicano fra di loro. Dobbiamo riprendere il dialogo in famiglia: padri, genitori, figli, nonni e fratelli devono comunicare tra loro … Questo è un compito da fare oggi, proprio nella giornata della Sacra Famiglia”.

Una richiesta particolare quella che ci viene dal Santo Padre: “La Santa Famiglia possa essere modello, affinché genitori e figli si sostengano a vicenda nell’adesione al Vangelo, fondamento della santità della famiglia”.

Cellulari Famiglia

Mancanza di dialogo

La mancanza di dialogo fra genitori e figli: quante volte assistiamo a momenti in cui il parlare il confrontarsi dovrebbe essere momento di piena condivisione di gioie, dolori e problemi. Invece, si preferisce nascondersi dietro un display, dietro una tastiera, e non dialogare nemmeno con chi è seduto accanto a noi.

Assistiamo, oggi, a fenomeni che hanno dell’anormale, come ad esempio genitori che comunicano con i propri figli (e viceversa), quando si trovano nella stessa casa o in stanze diverse, attraverso i gruppi Whatsapp, dimenticando totalmente il contatto umano.

Papa Francesco: “A tavola, il silenzio della Messa”

Che l’avvento della tecnologia abbia rovinato tutto? Andare avanti con il progresso, non vuol dire dove troncare i rapporti ed il dialogo. Francesco ha detto una frase: “A tavola, c’è silenzio. Sembra di stare a messa”. Questo ci fa capire come, nemmeno più parlarsi guardandosi negli occhi è un’azione che facciamo più.

Ascoltiamo l’invito del Papa: posiamo i cellulari e guardiamoci negli occhi. Parliamo, comunichiamo…prima che sia troppo tardi.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte: vaticannews.va

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it