Il Papa battezza le gemelline siamesi separate a Roma

Papa Francesco ha accolto a “Casa Santa Marta”, la mamma e le due bambine. Qui, il Santo Padre, ha battezzato le piccole.

Papa
photo web source: avvenire.it

Il gesto d’amore e d’accoglienza nella famiglia cristiana, da parte del Papa, per le due gemelline siamesi, operate a luglio a Roma.

Le gemelline battezzate dal Papa

Così piccole, ma così coraggiose. La loro storia ha commosso davvero tutti, anche Papa Francesco. Erano arrivate a Roma per poter esser definitivamente separate e dare inizio ad una vita normale. Ervina e Prefina sono le due gemelline siamesi che, lo scorso mese di luglio, erano arrivate a Roma per subire una delicata operazione chirurgica all’ospedale “Bambino Gesù”.

Qualche giorno fa, Papa Francesco le ha invitate a “Casa Santa Marta”, insieme alla loro mamma Hermine e le ha battezzate. A dare l’annuncio è stata Antoinette Montaigne, politica centrafricana ed ex ministro della Comunicazione, oggi impegnata nel Paese nell’Accademia per la pace.

Mamma Hermine: “Grazie Papa Francesco”

Mamma Hermine ha scritto una lettera al Santo Padre, per ringraziarlo della sua vicinanza con la preghiera e, anche, per aver accolto le sue bambine nella grande famiglia cristiana, donando loro il Sacramento del battesimo: “Se domani potranno far parte dei bambini più fortunati della terra, è per la porta santa da Lei aperta a Bangui nel 2015, una strada che possono attraversare i bisognosi come ero io”.

gemelle siamesi
photo web source: dire.it

“Pregherò Maria per lei, Santità”

Una lettera forte, ricca di coraggio e di speranza: “Battezzare le mie miracolate Maria e Francesca da Sua Santità mi dà la conferma che Dio è veramente vicino agli ultimi. La preghiera è ciò che può unire i popoli della terra; io pregherò Maria per Lei” – conclude mamma Hermine.

La forza di volontà di due bambine che non si sono arrese, che desideravano di vivere pur sapendo di dover passare per una porta stretta, quella di un delicato intervento chirurgico. Intervento che ha dato loro nuova vita, una vita normale, protetta dall’amore di Dio e dalla luce della Vergine Maria.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte: vaticannews.va/tgcom24

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]