Padre Pio: quel tenero bambino, un giorno morirà a causa nostra

“Oh se potessi io sollevarti, sostenerti! Gesù la contemplazione di tanti tuoi martirii mi fanno piangere accanto a te” racconta Padre Pio, parlando del Cristo della Passione.

Padre Pio PassionePadre Pio è probabilmente il Santo più conosciuto degli ultimi decenni. Di lui si parla in tutto il mondo. Da ogni luogo, i pellegrinaggi arrivano a San Giovanni Rotondo, al Convento che conserva il suo corpo.

Dagli scritti di Padre Pio sulla Passione di Cristo

“O Gesù, mio mallevadore generoso, come mi scendono direttamente nel cuore queste tue parole… Oh se potessi io sollevarti, sostenerti! Gesù la contemplazione di tanti tuoi martirii mi fanno piangere accanto a te. Gesù, Gesù! … Oh egli più non ascolta il mio grido! L’amore lo rende carnefice di se stesso. Egli è svenuto a terra, dal suo volto, dalla sua persona tutta, scorre sangue fino a bagnarne la terra. Dapprima io lo vedo a grandi gocce emettere dai suoi pori, poi riunendosi scorrere dalla sua persona come rivoletti a terra”.

Nel giorno della nascita di Gesù, ricordiamo la gioia della sua venuta, ma anche la sorte che gli spetta per essersi sacrificato per ognuno di noi. Quel tenero bambino, un giorno, morirà a causa nostra e della nostra indifferenza. Impegniamoci, dunque, a non farlo “morire” mai più e a farlo pienamente vivere nei nostri cuori.

Padre Pio: la grandezza del Santo con le stimmate

Di lui si è tanto discusso, in passato, prima di riconoscerne la santità. Durante la sua vita terrena, soffrì molto, a causa dei segni della Passione che lo accompagnarono per gran parte della sua esistenza e che non smettevano di sanguinare.

Padre Pio
Padre Pio (websource)

Il Padre di Pietrelcina, però, soffrì anche a causa della Chiesa che, attraverso il Sant’Uffizio (oggi Congregazione per la Dottrina della Fede) si rifiutava di credere alle manifestazioni mistiche che lo riguardavano. Fu Giovanni Paolo II, eletto Papa, a sciogliere ogni riserva su di lui, spingendo avanti la sua causa di canonizzazione.

Antonella Sanicanti

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]