Padre Amorth: la sua preghiera che tiene a distanza i demoni e libera le persone spiritualmente

Padre Amorth è stato un grande esorcista, un sacerdote che ha saputo prendersi cura delle anime più disperate e provate dal maligno.

A pochi anni dalla sua nascita al cielo, ricordiamo Padre Amorth con la preghiera di guarigione e liberazione, che offrì ai fedeli, durante il meeting del XXI Congresso Nazionale del Rinnovamento Carismatico: Servi di Cristo Vivo.

In quell’occasione, Padre Amorth parlò del peccato. Esso, contaminando l’uomo, lo rende impuro e spalanca le porte all’opera del demonio. Il Signore aveva detto “predicate, cacciate i demoni, guarite i malati”. Aveva dato il potere di compiere questi prodigi agli Apostoli. Li concede ancora a coloro che lo invocano con fede e che vengono autorizzati dalla Chiesa.

Oggi, le persone toccate dal male, vessate dal demonio, sono tante, ma bisogna distinguere quei casi da quelli di possessione, di cui deve occuparsi esclusivamente un esorcista. Per tutte le questioni quotidiane, per richiedere personalmente, invece, la liberazione di quegli aspetti della vita che riteniamo contaminate dai seguaci di satana, possiamo invocare Gesù -e solo lui- che ci libera e allontana, col suo Sangue Prezioso, ogni maleficio dalla nostra esistenza.

Ecco la potente Preghiera di Liberazione scritta e consigliata da Padre Gabriele Amorth.

È possibile recitarla, in privato, in qualsiasi luogo da ogni battezzato in Cristo Gesù:

“Signore, Dio Onnipotente e Misericordioso, Padre, Figlio e Spirito Santo, espelli da me, dai miei amici e familiari, da coloro che possono aiutarmi economicamente e spiritualmente, e dal mondo intero, ogni influsso diabolico di qualsiasi Spirito Maligno e da ogni Anima Dannata dell’intero Inferno, che ha su di me e su di loro, per il Preziosissimo Sangue del Tuo Figlio Gesù.

Fa che il Sangue Immacolato e Redentore rompa ogni legame sul mio corpo, sulla mia mente, sul mio lavoro, su quanti potrebbero offrire un lavoro e su tutte le cose mie ed altrui e le difficoltà dell’intera vita mia ed altrui.

Oh Santissima Vergine, Maria Immacolata, oh Nove Cori Angelici, oh San Michele Arcangelo, Santi tutti del Paradiso, mi consacro e consacro loro e Vi chiedo l’Intercessione di tutte le Anime del Purgatorio!

Intercedete per noi tutti e venite presto in nostro aiuto e spezzate, da subito, le “ultime zampate” di Lucifero contro i figli della Benedetta Madre, Maria Santissima e della Santissima Trinità.

Ordino, in questo preciso istante, che ogni Demonio ed Anima Dannata non possa avere nessuna influenza su di me, sulle categorie di persone che ho menzionato e sul mondo intero, affinché tutta l’Umanità sia liberata, in questo medesimo istante.

Per la Flagellazione, la Corona di Spine, la Croce, il Sangue e la Risurrezione di Gesù Cristo, per il Dio Vero, per il Dio Santo, per il Dio che tutto può, ordino ad ogni Demonio ed Anima Dannata che non possano avere influenza alcuna su me e sul mondo intero e che si possano spezzare, una volta per tutte e per sempre, tutte le catene create, che si sono verificate, fino ad ora, su di me e sul mondo intero.

Benedite e liberate il vostro servo o serva (si dica il Nome di Battesimo) e benedite questa Immagine (si alzi verso Dio un’Immagine benedetta), che Vi presento e fate sì che questa Immagine benedetta protegga me ed il mondo intero e ci protegga dai Satanisti, dai Massoni, dai Mafiosi, dai Politici corrotti e da ogni altra Infame categoria esistente sulla terra, e nel mondo intero.

Fate sì che, nella mia casa e nelle mie cose e da ogni altra categoria e nelle cose del mondo intero, il Demonio non possa, mai e poi mai, avere più alcuna influenza, anche infinitesimale, nel Nome di Gesù Cristo, Padrone della Storia, nostro Signore e Salvatore.
Così sia.”

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Antonella Sanicanti

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]