Cos’è rappresenta l’ oroscopo per un cristiano autentico?

Cos’è l’oroscopo per un cristiano autentico?
Segni zodiacali

Ecco cosa dice il Catechismo della Chiesa Cattolica, in merito all’ oroscopo: “Tutte le forme di divinazione sono da respingere: ricorso a Satana o ai demoni, evocazione dei morti o altre pratiche che a torto si ritiene che svelino l’avvenire.

La consultazione degli oroscopi, l’astrologia, la chiromanzia, l’interpretazione dei presagi e delle sorti, i fenomeni di veggenza, il ricorso ai medium manifestano una volontà di dominio sul tempo, sulla storia ed infine sugli uomini ed insieme un desiderio di rendersi propizie le potenze nascoste. Sono in contraddizione con l’onore e il rispetto, congiunto a timore amante, che dobbiamo a Dio solo” (CCC 2116).

Se l’astrologia è nata con l’essere umano (se ne sono trovate tracce, addirittura, nelle caverne), se un tempo poteva sembrare un tentativo dell’uomo nel cercava di spiegare le leggi, che regolano la natura e la vita, con passar del tempo è diventata una vera è propria pseudo scienza/religione, a cui si affidava la costruzione e l’orientamento di edifici e città, le decisioni politiche, quelle private e molto altro.

Col tempo, l’astrologia è divenuta un’arte divinatoria, su cui si basavano scelte, dettate dai segni, che si scorgevano in cielo e che potevano influenzare la vita degli esseri umani.
“Oros-scopeo” vuol dire “ore-guardare”, poiché gli astrologi osservavano il cielo ogni ora, in ogni periodo, cercando risposte sul clima, sugli eventi sociali, bellicosi e così via.

Detto questo, è abbastanza triste che, oggi, quei primitivi (forse inconsapevoli) tentativi di scorgere, anche se dissennatamente, un “Dio in cielo”, sopravvissuti a tanti secoli, confluiscano nell’interpretazione dei segni zodiacali (sezioni di cielo, arbitrariamente definite tali), impressa sui settimanali, che vorrebbero farci credere che 1/12 della popolazione mondiale condividerà, in un dato giorno, la stessa sorte!

Milioni di persone in tutto il mondo, infatti, credono all’oroscopo; milioni di persone, ogni giorno, si fanno condizionare, nelle relazioni, nel lavoro, in famiglia, dall’oroscopo.
La domanda da farsi non è se ciò che scrivono gli oroscopi sia vero o falso (per confutarlo basterebbe riflettere sul fatto che giornali, o fonti, diverse propinano diverse sorti), ma cosa si celi dietro queste credenze, oggi diventate un business.

Un segno zodiacale (seppur se ne accetti la definizione), col passare dei millenni, muta la sua posizione in cielo (perché è l’asse della Terra a cambiare inclinazione), perché mai e come, dunque, gli astri potrebbero influire sulla nostra vita, ad anni luce di distanza?
Forse perché sono considerati entità divine o mezzi per la predizione del futuro?

Si sa che i discorsi che iniziano in questo modo portano a pratiche occulte o, per lo meno, a tecniche di divinazione, che, superbiosamente, sfidano la potenza di Dio e, pretenziosamente, vogliono definire il destino dell’uomo (dalla nascita alla morte, con tutto ciò che avviene nel mezzo), attraverso l’osservazione del Sole, della Luna, delle stelle e della loro posizione in cielo.

Il ricercatore Geoffrey Dean, condusse, tempo fa, delle indagini sull’astrologia e gli effetti su coloro che volevano credere all’oroscopo.
Invertì le previsioni astrologiche di 22 soggetti, ma essi continuarono ad affermare di rispecchiarsi in quelle definizioni, con la frequenza del 95%.

Il cristiano non si affida all’oroscopo, ma alla Provvidenza del suo unico Dio. Ecco cosa abbiamo trovato in Web, sotto la voce “Oroscopo cristiano”:

“Se siete nati tra il 1° Gennaio e il 31 Dicembre, voi siete sotto il segno della Grazia di Dio, apportatrice di salvezza per tutti gli uomini” (Tito 2, 11).
Astro dominante: la brillante stella del mattino, Gesù Cristo, perché “grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, (…) verrà a visitarci dall’alto un sole che sorge” (Luca 1,78).

Amore: la vostra felicità risiede nell’essere amati da Dio e nell’amarlo in contraccambio, perché “né potenze, né altezza, né profondità, né alcun’altra creatura potrà mai separarci dall’amore di Dio, in Cristo Gesù, nostro Signore” (Romani 8,39).
Viaggi: “Il Signore veglierà su di te, quando esci e quando entri, da ora e per sempre” (Salmo 121,8).
Salute: “Certa è questa parola: Se moriamo con lui, vivremo anche con lui” (2 Timoteo 2,11); “Non angustiatevi per nulla, ma in ogni necessità esponete a Dio le vostre richieste, con preghiere, suppliche e ringraziamenti” (Filippesi 4,6).

Denaro: “Dio, a sua volta, colmerà ogni vostro bisogno secondo la sua ricchezza con magnificenza in Cristo Gesù” (Filippesi 4,19), “poiché ho imparato a bastare a me stesso in ogni occasione” (Filippesi 4,11).
Avvenimenti internazionali: voi “sentirete parlare di guerre e di rumori, guardatevi dall’agitarvi, perché bisogna che queste cose accadano”, ma “la buona novella del Regno di Dio sarà predicata nel mondo intero”, per servire di testimonianza “a tutte le nazioni” (Matteo 24,6 e 14).

Imprevisti: “Del resto, noi sappiamo che tutto concorre al bene di coloro che amano Dio, che sono stati chiamati secondo il suo disegno” (Romani 8,28); “Che diremo dunque in proposito? Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?” (Romani 8,31). il mio destino “è nelle tue mani” (Salmo 31,16).
Questi insegnamenti non sono legati a nessuna influenza lunare. Fateli vostri sempre, in ogni luogo e situazione.
Andate e vivete con la pace e la gioia del Signore!”.

Antonella Sanicanti