Nausicaa Della Valle: “L’omosessualità? Un peccato, come l’omicidio”

Cosa ha detto Nausicaa Della Valle a proposito dell’omosessualità?

In un’intervista concessa a ‘La Zanzara’ la giornalista ne ha parlato come di una ferita dell’anima ed ha sottolineato che si tratta di un peccato grave.

"Un peccato, come l'omicidio"
(Screenshot Video)

Le polemiche per il convegno sull’omosessualità di Nausicaa Della Valle a Biella

Prima del mese scorso, probabilmente poche persone erano a conoscenza di chi fosse Nausicaa Della Valle e di quale fosse il suo percorso sessuale nella vita. In pochi giorni però queste informazioni sono divenute di interesse nazionale, quando alcune associazioni che lottano per la difesa dei diritti degli omosessuali l’hanno contestata. Il motivo di queste contestazioni è legato al fatto che la giornalista Mediaset dichiara da tempo di essere stata lesbica e che l’incontro con Dio le ha fatto capire di essere in errore.

Il convegno di cui sopra, dunque, era un incontro in cui la Della Valle avrebbe portato la sua testimonianza, spiegando in che modo l’incontro con Dio le aveva fatto capire che essere omosessuale era sbagliato. L’incontro si sarebbe dovuto tenere il 2 marzo, ma le veementi polemiche delle associazioni a tutela dei diritti dei gay, hanno di fatto costretto gli organizzatori ad annullarlo e cambiare sede. Nel corso di una conferenza stampa, Nausicaa ha sedato le polemiche dichiarando di non volere lo scontro: “Non nutro rabbia, solo amore nei loro confronti. Perché la Chiesa deve cambiare approccio nei loro confronti. Vivono questa condizione perché sono feriti nell’anima, come lo ero io prima di parlare con Dio”.

Nausicaa Della Valle a ‘La Zanzara’: “L’omosessualità è un peccato”

In una recente intervista concessa a ‘La Zanzara’ la giornalista ha ribadito che il suo avvicinamento alla religione e a Dio l’ha portata a riscoprire la sua femminilità e ad abbandonare i rapporti sessuali con le donne. A suo avviso si è trattato di una logica conseguenza: prima di scoprire Dio aveva una ferita dell’anima lacerante che provava a colmare con i rapporti sessuali, ma l’avvicinamento al Signore le ha portato serenità e l’ha condotta naturalmente ad abbandonare le pulsioni omosessuali.

A suo avviso infatti basterebbe a chiunque incontrare Dio per fare il suo medesimo percorso: “Nel momento in cui ricevi Gesù nella vita vedi delle cose che prima non riesci a vedere. Molte persone vivono nel peccato e nelle tenebre. Se divento seguace di Cristo allora devo essere coerente. Se Cristo dice che fornicazione, ubriachezza, adulterio, omosessualità sono dei peccati allora li abbandono”. Nel sentire questa frase, il conduttore provocatoriamente le chiede se mette sullo stesso piano omosessualità e omicidio e lei elude in parte la domanda dicendo: “Tutti i peccati si equivalgono. Se ami il Signore devi abbandonare questi comportamenti”.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello