Oggi le Chiese Italiane si sono riempite di musulmani.

milano0-990x658

L’iniziativa dei musulmani in Chiesa per onorare la morte di i padre Hamel nella parrocchia di Saint-Étienne a Rouen., ha avuto un bel riscontro infatti sono più di 23,000 fedeli islamici che hanno risposto all’appello delle le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai). Il presidente Foad Aodi ha comunicato  i dati dell’affluenza. L’iniziativa imam nelle chiese alla quale hanno aderito Francia e Italia, per dire no alle barbarie e alle violenze perpetrate in questi giorni, ha suscitato le ire dell’Isis che infatti è partita al contrattacco pubblicando sulla sua rivista Dabiq: nella copertina si vede chiaramente un militante con una grande bandiera nera del califfato e con questa distrugge una croce sul tetto di una chiesa al grido  ‘Rompiamo la Croce’. Poi l’invito ai ‘soldati nascosti’ ad attaccare i ‘crociati’.

Tante le dichiarazioni raccolte mettiamo in risalto in modo particolare : Forti le parole dell’imam Ahmed El Balazi di Vobarno nel Bresciano, che ha preso le distanze dai terroristi definendoli “criminali e falliti”: ‘Non ho paura. Come me la pensano gli altri Imam con i quali sono in contatto. Questa gente sporca troppo la nostra religione ed è brutto sapere che tanti considerano tutti i musulmani terroristi, non è così

“Qui siamo a casa”. “Oggi la nostra presenza” in chiesa “è simbolica per mandare un messaggio” contro il terrorismo, “ma la collaborazione esiste da tanto tempo”. “Tutte le religioni sono religioni di pace, fratellanza e uguaglianza”. “Dobbiamo avere coraggio noi imam per affrontare il terrorismo. Voi persone di fede siete pronte a collaborare con noi per evitare questa maledizione”. Lo hanno detto gli imam durante la messa a Santa Maria in Trastevere.

Fonte: Ansa.it