Oggi 9 agosto preghiamo Santa Edith Stein e il suo sacrificio non invano

Teresa Benedetta della Croce, questo era il nome scelto alla sua professione di fede, era una vergine dell’Ordine delle Carmelitane Scalze.

santa edith stein
photo web source

Durante il periodo del regime nazista, fu incarcerata e poi portata nel campo di concentramento di Auschwitz, dove fu uccisa in una camera a gas.

9 agosto: Edith Stein e la morte per mano nazista

In questo nono giorno del mese di agosto, la chiesa venera Santa Edith Stein (Teresa Benedetta della Croce). Nasce nel 1891, da una famiglia ebrea di ceppo tedesco. Da bambina le furono insegnati i rudimenti della religione israelitica, ma nel 1921 si converte al cattolicesimo, ricevendo il Battesimo l’anno successivo.

Insegnante e direttrice di una scuola, la sua attività fu sospesa quando vennero promulgate le leggi razziali. Nel 1933 entrò nel convento delle carmelitane, assumendo il nome di suor Teresa Benedetta della Croce. Per proteggerla dalla minaccia nazista, il suo ordine la trasferì al convento carmelitano di Echt nei Paesi Bassi.

Venne arrestata nei Paesi Bassi dai nazisti e rinchiusa nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, insieme alla sorella Rosa, terziaria carmelitana scalza.

Fu fatta prigioniera ad Auschwitz

Edith non era al sicuro neanche nei Paesi Bassi: la conferenza dei vescovi olandesi il 20 luglio 1942 fece leggere in tutte le chiese del paese una lettera contro il razzismo nazista. In risposta, il 26 luglio Adolf Hitler ordinò l’arresto di tutti gli ebrei anche convertiti (che fino a quel momento erano stati risparmiati).

Edith e sua sorella Rosa, pure lei convertita, vennero catturate e internate nel campo di transito di Westerbork prima di essere trasportate al campo di concentramento di Auschwitz, dove furono uccise nelle camere a gas il 9 agosto 1942. Entrambe vennero poi cremate.

Nel 1998 papa Giovanni Paolo II la proclamò santa e l’anno successivo la dichiarò patrona d’Europa.

La preghiera a Santa Edith Stein da recitare oggi

O Santa Teresa Benedetta della Croce,

che facesti della tua sete di verità

una preghiera continua

intuendo che chi cerca la verità cerca Dio,

ottienici di cercare sempre la Verità.

Tu che incontrasti la Verità nella Croce di Cristo

fa’ che siamo illuminati anche noi dalla luce

che si sprigiona dal mistero della Croce.

Facci il dono di saper abbracciare la Croce

come l’hai abbracciata tu.

Tu che scopristi la Verità che cercavi

leggendo la semplice vita di Santa Teresina,

ottienici di scoprire nella semplicità quotidiana

la grandezza della presenza di Dio.

Tu che ti donasti pienamente all’Amore

che hai incontrato, fa’ che tanti giovani

possano donarsi al Signore che chiama

senza la paura di perdere,

ma con la gioia di dare.

Tu che nel campo della morte ti prodigasti

con dolcezza e premura verso il tuo popolo

infondendo conforto e coraggio,

ottienici in tutte le occasioni

di vivere la carità verso il prossimo.

Tu che nell’ora della morte, prima di entrare

nella camera a gas, facesti tua la preghiera di Gesù:

“Se non può passare questo calice,

sia fatta la tua Volontà”,

ottienici di poter chinare il capo serenamente

negli ultimi momenti della nostra vita,

abbandonati all’Amore di Dio che è fedele sempre.

Santa Teresa Benedetta della Croce,

prega per noi!

LEGGI ANCHE: Santa Edith Stein, Papa Francesco: “Una vita spesa a contrastare le ingiustizie” – Video

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]