Oggi 24 settembre preghiamo San Terenzio: sul luogo della sua morte avviene un fatto inspiegabile

Fu ucciso a causa della sua fede cristiana, in un territorio al confine fra i comuni di Pesaro ed Urbino. In quel luogo, è nata una sorgente perenne di acqua sulfurea che, ancora oggi, è incredibile perché mai si prosciuga.

Patrono della città di Pesaro, approdò sulle coste dell’Adriatico in seguito alla sua fuga dalle persecuzioni in Ungheria.

san terenzio
photo web source

24 settembre: Terenzio e l’acqua “mai secca”

In questo ventiquattresimo giorno del mese di settembre, la chiesa venera San Terenzio. Per sfuggire alla persecuzione ordinata dall’imperatore romano in Ungheria, contro i cristiani, approdò nelle Marche.

Da lì, decise di recarsi a Roma ma, sulla strada venne ucciso in una località detta “Acqua Mala”. La tradizione vuole che San Terenzio subì il martirio nei pressi della Badia di S. Tommaso in Foglia, in un territorio al confine fra i comuni di Pesaro ed Urbino.

La sua acqua

In questo luogo vi è una polla perenne di acqua sulfurea, che zampilla anche nei momenti di grande siccità. Più volte è stata deviata o distrutta, ma è tornata sempre a risgorgare. Per questo è stata definita “l’Acqua di San Terenzio”.

La preghiera a San Terenzio da recitare oggi

O glorioso San Terenzio

Martire di Dio, discepolo fedele che hai segnato

con il sangue il patto del Battesimo,

dammi una fede penetrante il mistero

del Cristo Risorto senza cedere

agli accomodamenti della storia.

 

O glorioso San Terenzio

Martire di Dio, che condividi con Cristo Risorto,

agnello del riscatto, la croce e la vittoria

nel Regno dei Beati,

sostieni in me una fede indomita in Cristo Risorto

per superare le difficoltà della vita nell’attesa

dell’avvento glorioso del Regno di Dio.

 

O glorioso San Terenzio

Martire di Dio che hai fatto l’esperienza

della libertà piena derivante dalla comunione,

consolida in me una fede in Cristo Risorto

che non mi faccia mai rinunciare

alla libertà datami dalla Verità.

 

O glorioso San Terenzio

Martire di Dio che pellegrino nel tempo

hai percorso le strade del mondo per evangelizzare

le popolazioni, rafforza in me la fede in Cristo Risorto

per poter testimoniare dovunque il mistero della

Redenzione.

+ Piero Coccia, Arcivescovo

LEGGI ANCHE: San Terenzio, il Santo di oggi 24 settembre: Vescovo e martire della Chiesa

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]