Oggi 20 settembre preghiamo Sant’Andrea Kim e compagni martiri

Andrea e i suoi compagni hanno portato avanti un generoso e fruttuoso apostolato, anche fra i laici, in terra d’Asia. Lui, giovane sacerdote morì martire e con lui anche altri. 

sant'andrea kim
photo web source

Si tratta di 103 martiri coreani che la Chiesa celebra tutti nello stesso giorno perché lo Spirito Santo dà vocazioni anche in terre lontane. 

20 settembre: Andrea e i compagni martiri

In questo ventesimo giorno del mese di settembre, la chiesa venera Sant’Andrea Kim e i suoi compagni martiri. Insieme a San Paolo Chong Hasang, Andrea è il capofila dei 103 martiri coreani, che riposano assieme.

Lui fu il primo sacerdote coreano a essere martirizzato. Fu decapitato a Seul il 16 settembre 1846.

Dopo l’editto emanato da re Sunjo nel 1802, i cristiani rimasti senza guide spirituali, chiesero al papa di avere nuovi sacerdoti. Nel 1837 però furono inviati il vescovo Lorenzo Imbert e i presbiteri Pietro Maubant e Giacomo Chastan, appartenenti alla Società per le Missioni Estere di Parigi, ma furono martirizzati due anni dopo.

Come furono uccisi

In seguito Andrea Kim Taegon ottenne l’ingresso nel paese di un altro vescovo e di un altro sacerdote. Da quel momento la presenza di religiosi cattolici divenne stabile nonostante le persecuzioni.

Dei martiri in terra di Corea, 103 furono canonizzati a Seul da papa Giovanni Paolo II il 6 maggio 1984, mentre altri 124 sono stati beatificati da papa Francesco il 16 agosto 2014.

La preghiera a Sant’Andrea Kim e compagni da recitare oggi

O Dio, creatore del mondo e salvezza di tutte le genti,

che hai chiamato a far parte del tuo popolo

i figli della terra coreana

e hai fecondato il germe della fede cattolica

con il sangue dei Santi Martiri Andrea Kim,

Paolo Chong e compagni,

per la loro testimonianza e intercessione

dona alla tua Chiesa sante vocazioni missionarie

per annunciare il tuo Vangelo a terre e popoli lontani.

Signore Gesù, ti preghiamo per tanti nostri

fratelli e sorelle cristiani perseguitati,

imprigionati, torturati e costretti a lasciare le proprie terre

a causa della fede.

Che il loro soffrire per Te permetta alla tua grazia

di seminare la fede e raccogliere i frutti della carità.

Spirito Santo, aiutaci affinché la nostra vita

onesta e senza compromessi

possa testimoniare il nostro amore per Te

e costruire la pace.

Che il sangue di tanti tuoi Santi Martiri

ci rafforzi nella fede e ci guidi a contemplare

un giorno con loro in Cielo

la luce della Tua gloria.

Santi Martiri Coreani, pregate per noi

LEGGI ANCHE: Oggi 11 settembre preghiamo Santi Matteo e Gusmeo, martiri della persecuzione

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it