Oggi 17 marzo, San Patrizio: gioca un ruolo determinante per la conversione dell’Irlanda

È stato fatto prigioniero e portato in Irlanda ma, una volta riacquistata la libertà, decide di dare ascolto alla sua vocazione. Diventato sacerdote, torna in Irlanda e qui viene nominato Vescovo. Il suo impegno alla rettitudine e a far sì che il vangelo venisse annunciato a qui popoli con grande fede, è esemplare.

E’ il Santo Patrono dell’Irlanda e, in quelle zone, l’evangelizzazione non ha mai avuto alcun martire, anche sotto la sua guida.

san patrizio
photo web source

17 marzo: Patrizio, il Vescovo del Nord Europa

In questo diciassettesimo giorno del mese di marzo la chiesa venera San Patrizio. Non si sa con certezza da dove provenisse. Rapito quando aveva 16 anni dagli uomini del re irlandese Niall, è venduto come schiavo a Muirchu, re del Dál Riata, territorio anch’esso popolato da genti irlandesi.

Qui apprende la lingua gaelica e la mitologia celtica. Trascorre sei anni in prigionia, durante i quali matura la sua conversione al cristianesimo. Fuggito dalla corte del re per tornare nella sua famiglia, prende gli ordini sacri divenendo diacono nel 407.

Nel 431-432 inizia il suo apostolato in terre irlandesi, all’epoca quasi interamente pagane. A lui si deve la diffusione del Cristianesimo in Irlanda seppur ispirato al paganesimo celtico. San Patrizio è stato spesso minacciato di morte, catturato e condannato, ma riesce comunque a portare avanti la sua missione.

La diffusione del “Cristianesimo celtico”

Il santo percorre l’intera Irlanda, predicando e insegnando nella lingua locale, fondando abbazie e monasteri, soccorrendo i bisognosi e operando miracoli.

Nasce con lui la corrente del “Cristianesimo celtico“, in seguito imitato dalla Chiesa. Infatti, per conservare le radici e le tradizioni storiche del popolo irlandese, Patrizio favorisce la combinazione di molti elementi cristiani e pagani. Per esempio introduce il simbolo della croce solare sulla croce latina, facendo diventare la croce celtica il simbolo del Cristianesimo celtico.

All’età di cinquant’anni intraprende un lungo pellegrinaggio fino a Roma. Al ritorno si stabilisce nell’Irlanda del Nord fino al termine dei suoi giorni.

LEGGI ANCHE: San Botulfo, il Santo di oggi 17 giugno: abate in Inghilterra

Preghiera a San Patrizio

Io, Patrizio, vado avanti per la mia strada, sostenuto dalla forza di Dio.

La potenza di Dio mi protegge, la saggezza di Dio mi guida,

L’occhio di Dio mi indica la via, l’orecchio di Dio è testimone delle mie parole.

Le parole di Dio siano sulle mie labbra, la mano di Dio mi sostenga,

si apra dinanzi a me la via che conduce a Dio, lo scudo di Dio mi difenda

l’armata invisibile di Dio mi salvi dalle insidie del demonio,

dai difetti che mi imprigionano, da tutti coloro che mi vogliono ingannare.

Durante il mio viaggio, breve o lungo, da solo o accompagnato da molti,

Cristo mi protegga sulla mia via,

perché una messe abbondante sia il frutto della mia missione.

Cristo davanti a me, Cristo dietro di me,

Cristo sotto e sopra di me, Cristo dentro e di fianco a me,

Cristo attorno a me dappertutto, Cristo con me mattino e sera.

Cristo nel cuore di chi pensa a me, Cristo sulle labbra di chi parla di me,

Cristo nello sguardo di chi mi guarda, Cristo negli orecchi di chi mi ascolta.

LEGGI ANCHE: San John Henry Newman, il Santo di oggi 9 ottobre: evangelizzò in Inghilterra

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it