Oggi 14 novembre preghiamo Santa Veneranda: una nobile dal cuore d’oro

Messaggera di fede e martire per volere dell’imperatore romano durante una persecuzione. Di nobili origini, si dedica alla cura e all’istruzione dei poveri, così come insegnatole dai suoi genitori.

Il suo culto è particolarmente diffuso nell’Italia meridionale. Il suo martirio è stato il segno di una devozione completa e piena a Cristo, senza rinunciare mai alla sua fede.

santa veneranda
photo web source

14 novembre: Veneranda, giovane martire di Cristo

In questo quattordicesimo giorno del mese di novembre, la chiesa venera Santa Veneranda. Figlia dei cristiani Agatone e Polena, cresciuta nella provincia romana della Gallia, educata e istruita con grande cura. Vergine, si dedica alla cura dei poveri, all’istruzione e all’insegnamento ai candidati al battesimo femminile.

La sua morte durante la persecuzione

All’età di 39 anni lascia la sua patria, la Gallia e va a Roma dove, durante la persecuzione dei cristiani da parte dell’imperatore Antonino Pio, viene catturata e temporaneamente imprigionata dal prefetto Asclepio. In vari luoghi sarebbe stata torturata e infine decapitata a Roma.

Il dipinto che la ritrae

Il corpo della Veneranda è sepolto in un Arcosolio delle Catacombe di Domitilla a Roma. Sulla parete di fondo si trova un affresco del IV secolo. Veneranda è ritratta in piedi in atteggiamento di orante, vestita con un’ampia dalmatica e con la testa velata.

LEGGI ANCHE: Oggi 7 marzo: Sante Perpetua e Felicita, non tremano di fronte alle belve feroci

La preghiera a Santa Veneranda da recitare oggi

O santi Innocenti, primizie della Cattolica Chiesa,

che continuamente lodate, e contemplate il Divino Immacolato Agnello,

e sempre cantate nuovi cantici dinanzi al trono dell’Altissimo,

ottenetemi vi prego una vita innocente,

una contrizione perfetta, e un dolore immenso dei miei peccati,

e una retta e pura intenzione in tutti i miei pensieri, parole ed opere,

acciò mi conservi nella grazia di Dio,

e sia poi vostro compagno in quella gloria immortale,

che vi siete acquistata con lo spargimento del vostro sangue innocente.

Così sia.

LEGGI ANCHE: Oggi 10 luglio preghiamo le Sante Rufina e Seconda, giovani martiri della Chiesa delle origini

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it