Natuzza Evolo: parte l’iter per la Beatificazione

NatuzzaLa Congregazione della Dottrina della Fede ha finalmente dato il beneplacito alla causa di Natuzza Evolo, permettendo che si procedesse a raccogliere le prove, perché possa essere, un giorno, dichiarata Beata.
La notizia era attesa da molto tempo, poiché il processo si era arenato e la Congregazione della Dottrina della Fede sembrava non voler trovare la ragione per mandarlo avanti.

Natuzza Evolo: le parole del Vescovo Luigi Renzo

Ora, il Vescovo della Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, Monsignor Luigi Renzo, ha dato la notizia a tutti i fedeli che, a Paravati e altrove, la attendevano con trepidazione.
L’occasione propizia è stata l’omelia, durante la Santa Messa che celebrava l’anniversario, il 25esimo, dell’arrivo in paese della statua del Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime.

Monsignor Luigi Renzo ha dichiarato: “Nei prossimi giorni incontrerò a Roma il segretario della Congregazione dei Santi con cui mi metterò d’accordo sulle procedure da seguire. Non vi pare che questa sia la più bella notizia che ormai tutti, trepidanti, da tempo aspettavamo? Spero che questo ci convinca tutti ad agire secondo Dio e ad operare insieme, uniti intorno a Mamma Natuzza, donna di Dio e donna della Chiesa”.

Era stato proprio lui, anni fa, a chiedere, secondo il diritto canonico, di procedere con la causa di canonizzazione, il cui postulatore è don Enzo Gabrieli, presbitero dell’Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano. Ed è stato sempre lui ad aver avuto degli screzi con i membri della Fondazione Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime, ispirata da Natuzza Evolo, in merito allo statuto della stessa.
Ora, si spera che questa bella notizia possa mettere tutti d’accordo, per amore della mistica e, ovviamente, di Dio, nel rispetto della grazia che ha investito il paese calabrese di Paravati.

Potrebbe interessarti anche: Natuzza aveva previsto ogni impedimento alla sua causa

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI