La preghiera dei sacerdoti e dell’Arcivescovo di Napoli per le vittime del virus

In un momento difficile come quello che stiamo vivendo, il Pastore di una Diocesi deve essere vicino al suo popolo e ai suoi sacerdoti.

Cardinale Sepe San Gennaro
photo web source

Il Cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, prega in unione con tutti i sacerdoti della sua Diocesi: “Preghiamo insieme per tutto il mondo che soffre in questa pandemia”.

Napoli: il Cardinale prega con i suoi sacerdoti

La Diocesi di Napoli si riunisce in preghiera. L’Arcivescovo Crescenzio Sepe ha scritto a tutti i suoi sacerdoti, invitandoli ad unirsi spiritualmente, mercoledì 12 maggio dalle ore 11 alle ore 12, per un’ora di preghiera ed adorazione insieme. “Vi ringrazio per la vostra opera pastorale, anche in questo difficile momento che stiamo vivendo. Mi è mancato il contatto umano e spirituale con tutti e con ciascuno di voi”.

“Pregheremo insieme mercoledì 12 maggio”

Una lettera di ringraziamento a tutti i sacerdoti per il loro instancabile lavoro di cura delle anime, di vicinanza alle comunità a loro assegnate, anche in questo difficile momento di pandemia.

La necessità di esser loro vicino, come guida della Diocesi, ha portato l’Arcivescovo a indire un momento di preghiera in cui tutti i sacerdoti, secondo le loro possibilità, si uniscano anche se lontani: “Per questo voglio pregare in comunione con Voi tutti, per cui, martedì 12 maggio prossimo, dalle ore 11 alle 12 ci ritroveremo insieme per un’ora di Adorazione. Saremo spiritualmente vicini ma fisicamente lontani, io nella Cappella dell’Episcopio con i Vescovi Ausiliari e tutti voi ovunque riteniate opportuno fermarvi a pregare”.

Adorazione Eucarestia

Una preghiera che permetterà a tutti i sacerdoti di unirsi al loro Arcivescovo e ai Vescovi ausiliari: “Pregheremo insieme per la nostra Diocesi, per la Chiesa cattolica, per Papa Francesco. Pregheremo anche per tutte le famiglie e per i giovani, per tutto il mondo della sofferenza. Pregheremo per il personale sanitario che, a vario titolo, si è speso nella cura dei contagiati, fino al sacrificio della propria vita, in tanti casi”.

Il Cardinale Sepe: “Preghiamo per le vittime di questo virus”

Il Cardinale Sepe, però, non dimenticherà nella sua preghiera, le tante vittime di questo Coronavirus: “Una preghiera particolare rivolgeremo al Signore per le tante vittime innocenti del virus e per le loro famiglie”.

Un’ora di preghiera, un momento di vicinanza spirituale, un momento in cui il Pastore chiama a raduno tutto il gregge.

Preghiamo anche noi perché i tanti sacerdoti, non solo della Diocesi di Napoli, ma di tutte le Diocesi del mondo. Non smettano mai di seguire Cristo nell’esercizio del loro ministero.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte: chiesadinapoli.it

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]