Mirjana: “Se vuoi lavorare per Dio devi essere pronto a portare la Croce con Lui”

Parlando con alcuni giornalisti italiani la veggente Mirjana ha fatto notare come i gruppi di fedeli italiani abbiano la tendenza ad interrogarsi su tutto, a voler conoscere il perché di questa o quella decisione o messaggio della Madonna e di Dio. Un abitudine che le sembra assurda, poiché loro da credenti non si sono mai interrogati sul volere di Dio, ma hanno eseguito ogni suo volere consci del fatto che Dio sa cos’è meglio per noi, quindi afferma: “Attraverso le apparizioni ho capito che se desideri lavorare per Dio, se vuoi veramente dedicargli tutta la vita, sulla tua strada non troverai altro che la Croce. Solo la Croce. Perché per il Signore ‘Lavorare per lui’ significa essere pronti a portare la Croce con Lui”.

I giornalisti concordano con questa tendenza tutta italiana di chiedersi il motivo di una decisione divina per tanto le chiedono ciò che tutti gli italiani si domandano quando capita una tragedia naturale, quando scoppia una guerra o quando si verificano atti di terrorismo: “Dio dov’era?”. A questo Mirjana risponde che non può fare le veci di Dio, quindi che non è lei a cui bisogna chiederlo, quindi aggiunge: “Personalmente quando cade un aereo o c’è stato un terremoto i prendo un rosario e prego per le persone coinvolte: che il Signore dia soccorso anche alle anime di coloro che sono morti; e a chi resta dia la forza di sopportare la Croce che gli è stata affidata”. Poi conclude dicendo che lei e gli altri fedeli della sua terra non si sono mai posti simili domande, probabilmente perché il popolo slavo ha da sempre un altro approccio alle tragedie.

In conclusione Mirjana parla del Male del mondo e ricorda ai presenti che Dio è solo bene e che il male di conseguenza non deriva da lui. Sul perché lo permetta afferma: “Se Dio permette la Croce forse è perché dobbiamo accettare di portarla con amore come Il Signore ha portato la sua”.