Mirjana da Medjugorje su Papa Francesco

Mirjana è una delle veggente che si fanno portavoce, ogni giorno, da oltre 36 anni, dei messaggi della Madonna a Medjugorje.

Lei, abituata a rimanere per lungo tempo e quotidianamente al cospetto della Vergine e in preghiera, dimostra, nei suoi tanti discorsi, di avere quell’umiltà di cui necessita il cristiano, quando gli viene richiesto di obbedire e comprendere, nonché sostenere, le persone, autorità clericali, che sono state reputate dallo Spirito Santo (non da uomini) come degne di governare e dirigere la chiesa universale.

Ecco cosa dice, parlando del Santo Padre Papa Francesco, che, proprio in queste ultime ore (ma potremmo dire mesi) è bersagliato da molte critiche sul suo operato: “Io voglio dire una cosa, che ho nel cuore: io sento tanti pellegrini che dicono che Papa Giovanni Paolo II era bravo, che Papa Benedetto lo era meno,  che Papa Francesco non piace.

A me fa male questo, perché il Papa è il Papa,  il nostro Papa, ed è nostro dovere pregare per lui, per tutto quello che ha  sulle spalle e noi non sappiamo.

Noi  sappiamo solo giudicare, non pregare e aiutarlo con la preghiera.

Io credo, con tuo il cuore, che lo Spirito Santo ci dia sempre il Papa di cui abbiamo bisogno.

Quando c’era bisogno di un Papa come Giovanni Paolo II, lui era il Papa; quando c’era bisogno di un Papa come Benedetto XVI, il Papa era lui. Adesso c’è bisogno di Papa Francesco!

Noi dobbiamo pregare, non commentare, come siamo abituati a fare, perché pensiamo di sapere tutto. Ma noi non sappiamo niente!”.

Ed è proprio così: noi non sappiamo assolutamente quale disegno Dio stia per realizzare in quest’epoca.

Ciò che ci conviene fare è, dunque, affidarci a lui, al Signore nostro Dio, perché possiamo allenare il nostro saperci abbandonare in lui, nonché la capacità di renderci suoi efficaci mezzi, quando verremo chiamati in causa, e non prima o a sproposito.