Medjugorje: durante l’apparizione si alza dalla carrozzina

Come la Regina della Pace può trasformare la tua vita?

E’ accaduto il 2 Ottobre del 2016, ma, ogni tanto, è bene ricordarlo.

Medjugorje
photo web source

Sembrava un viaggio come tanti, ma ha coinvolto grandemente una ragazza coreana.
Il posto è Medjugorje, il luogo ormai conosciuto in tutto il mondo per la meravigliosa presenza della Regina della Pace, che elargisce messaggi di amore per tutte le genti. La protagonista è una ragazza costretta sulla sedia a rotelle, a causa di un handicap.

Nella calca di gente che, ogni giorno, si reca dei luoghi sacri della Bosnia-Erzegovina, erano tante le persone intorno a lei, laici e sacerdoti, tutti in atteggiamento di preghiera, mentre i canti mariani avvolgevano i fedeli e li tenevano uniti in adorazione.

Medjugorje: la ragazza si alzò tra i canti e le preghiere

D’improvviso, la ragazza fu innalzata al di sopra della sua carrozzina: si alzò sulle gambe e cominciò, tra urla di gioia e i pianti, a ringraziare e lodare il Signore che, per intercessione della Madonna, l’aveva istantaneamente guarita!
Ora di lei si sono quasi perse le tracce, ma in web, il video che ha immortalato quelle incredibili immagini è ancora presente. Ci rammenta quanto possa essere grande la grazia divina, che viene incontro alle persone che, con fede, cercano la guarigione, anche quella fisica.

Medjugorje: ecco come avere fiducia

L’estrema fiducia, il coraggio di non lasciarsi abbattere, la speranza in Dio e nelle sue promesse, la consacrazione, mente e cuore, a colui che tutto sa e può salvarci hanno sicuramente spianato la strada, perché il miracolo avvenisse e la ragazza riprendesse a camminare.
Per noi, che abbiamo assistito da lontano, quello è stato un memorabile giorno. E’ un giorno da tenere a mente quando l’angoscia fa capolino e sembra voglia rubarci la serenità.

La Madonna che appare a Medjugorje è oggi una realtà per ogni cristiano; presto anche il Vaticano si pronuncerà in merito alla devozione.
Che questo tempo di attesa sia per tutti tempo di preghiera, perché ognuno venga illuminato, guidato dalla luce di Maria, in ogni ostante della sua esistenza, e possa osannare Dio come la ragazza coreana, liberata dai suoi affanni e dal suo male, per volontà del Padre nostro che è nei cieli.

Leggi anche – Medjugorje: guarita dalla sclerosi multipla, Rita passa dalla carrozzina alla bici

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI