Miracoli eucaristici: la storia straordinaria delle “Comunioni al volo”

Miracoli eucaristiciMolti Miracoli eucaristici riguardano le modalità straordinarie con cui alcuni Santi poterono cibarsi del Corpo di Cristo, durante la Santa Messa, con l’ ausilio degli Angeli.
Si racconta, ad esempio, che Santa Maria Francesca delle Cinque Piaghe (1715-1791), che trascorse anche gli ultimi anni della sua vita nella sua città natale, Napoli, quando doveva ricevere la Santa Comunione la prendeva “al volo”.

Puntualmente, l’ostia che stava per essere distribuita dal sacerdote si illuminava, spiccava letteralmente il volo e, sostenuta dagli Angeli, giungeva sulle labbra di Santa Maria Francesca delle Cinque Piaghe.

Esiste una serie documentata di Miracoli eucaristici che sono proprio definiti come “Comunione al volo”, come quello appena descritto.

Un episodio analogo accadde anche a Santa Lucia Filippini (1672-1732), nel periodo in cui si trovava a Montefiascone (Viterbo). Era l’anno 1730, quando la Santa seguiva la Messa nella chiesa dei Padri Francescani del posto.

Un giorno, ad esempio, al momento di distribuire la Comunione, il sacerdote spezzò il pane. Si preparava a bagnare l’ostia nel vino, prima di prenderla lui stesso e iniziare a distribuirla ai fedeli, ma l’ostia svanì dalle sue mani.

Il sacerdote pensò che fosse caduta nel calice, per cui continuò la celebrazione e la distribuzione dell’ Eucarestia, proponendosi di recuperarla in un secondo momento.

Dopo la Santa Messa, pur avendo cercato ovunque, sull’ altare, per terra, non l’ aveva ancora trovata.
Fu allora che Santa Lucia Filippini intervenne e gli confessò che ostia consacrata era, in effetti, volata da lei, grazie all’ ausilio degli Angeli.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI