Ministro Fontana: promette un terremoto alle lezioni europee e progetta uno Stato senza aborto

Ministro Fontana: promette un terremoto alle lezioni europee e progetta uno Stato senza aborto
Ministro Fontana

Il Ministro per la Famiglia, Lorenzo Fontana, sta cercando di indurre lo Stato a considerare di aiutare le donne a non abortire: “A loro direi, un figlio è meglio farlo”.
Lui, contrario all’affidamento e all’adozione di bambini, per le coppie Lgbt, come anche all’utero in affitto -dramma per ogni donna- afferma: “Il nostro compito sarà quello di valorizzare la famiglia, composta da una madre e da un padre, per creare un’ inversione del calo demografico. Senza figli non c’è futuro e, mai come oggi, il calo demografico del nostro Paese è allarmante”.

E propone -giustamente- anche un sistema fiscale differenziato, per le famiglie che hanno figli e per quelle che decidono di non averne, per permettere alle coppie di concepire in serenità la loro prole.
“Questo penalizza di fatto le famiglie monoreddito e porta a far percepire i figli come un peso, una spesa, quando, invece, rappresentano un investimento sul futuro”.
Ciò eliminerebbe anche il pensiero diffuso che un bimbo in arrivo possa, in qualche modo (o in più modi), bloccare il lavoro della madre e indurrebbe molte a credere che sia possibile e auspicabile decidere di non ricorrere mai all’interruzione volontaria di gravidanza.

Il Ministro Fontana, poi, sottolinea anche che “Non si possono riconoscere i figli di coppie dello stesso sesso, nati all’estero grazie a pratiche vietate in Italia, come la maternità surrogata. Va fatto rispettare il divieto, evitando che il ricorso a queste pratiche all’estero si traduca in un aggiramento del divieto in Italia”.

E non dimentica di occuparsi dei disabili, di cui è responsabile, secondo l’incarico affidatogli dal Governo stesso.
Per loro è necessario favorire, al più presto, l’ ingresso nel mondo del lavoro, come nella società, abbattendo, una volta per tutte, quelle barriere -architettoniche e mentali- che non permettono loro di avere un futuro dignitoso.
E Fontana promette “Un cambiamento che passerà per le prossime elezioni europee, che saranno un terremoto”!

Antonella Sanicanti