Milano: apre il negozio di J-Ax che vende marijuana!

Milano: apre il negozio di J-Ax che vende marijuana!
Mr. Nice

Milano: apre il negozio di J-Ax che vende marijuana!
“Vedere un ragazzo così, che, per business attira a sé i giovani, proponendo loro la droga, lo trovo vergognoso. La nostra società, ormai, è totalmente senza radici, si offre ai ragazzi lo sballo, invece di offrire loro una cultura di valori e di sacrificio”.
Sono queste le parole del Leader del PDF (Popolo Della Famiglia), Lorenzo Damiano, che si riferisce all’apertura, a Milano, di “Mr. Nice”, il negozio di J-Ax dove si vende la “marijuana legale”, ossia con un principio attivo inferiore, dunque vendibile.

Ciò che pochi dicono è che nessuno potrà controllarne l’abuso ed è logico pensare che, se due compresse di Tachipirina da 500 gr., ne fanno una da 1000, lo stesso discorso potrà valere per la molecola di Thc contenute nella marijuana. Quindi il problema iniziale, e le disquisizioni morali e legali relative all’uso di sostanze derivanti dalla marijuana, persistono, esattamente come prima della preparazione di questo nuovo intruglio.

“Con la scusa del principio attivo inferiore vogliono mettere in circolo la droga e renderla prodotto di consumo. Ma se io ne compro tanta, anche di quella legale, non assumo comunque la quantità dello stesso stupefacente considerato ora illegale e dannoso per la salute e l’incolumità dei ragazzi? Ai venditori l’ho chiesto e, seppure strappandolo dai loro denti, lo hanno confermato: gli effetti ci sono”.

Come dicono molti testi scientifici, l’uso prolungato di Cannabis (marijuana) diminuisce enormemente il volume della corteccia orbito-frontale e un vasto numero di connessioni neuronali correlate. In poche parole, più canne si fumano, più il cervello diminuisce di volume, perché le cellule gli si bruciano, letteralmente.
Lo dicono diverse indagini di risonanza magnetica nucleare, fatte da ricercatori rinomati, in molti centri specializzati.

Ma i sostenitori della liberalizzazione della sostanza, hanno sempre confutato questi risultati e, oggi, pare abbiano conquistato punti, col pretesto della cannabis legale!
Si tratta di una variante della sostanza originaria, che contiene meno dello 0,6% di Thc, la delta-9-tetraidrocannabinolo che provoca i danni celebrali e le alterazioni percettive. Ed è proprio la bassa concentrazione di Thc (limite imposto per legge) a renderla legale e a giustificarne l’uso come sostanza rilassante, non più stupefacente.

Dicono che si possa consumare anche prima di guidare, dunque, anche in Italia verrà prodotta e commercializzata in negozi e farmacie
Il leader PDF dice ancora: “Mi è giunta voce per altro, e spero sia smentita, che nei pacchetti di droga, dal nome Maria Salvador, venduti nel negozio di questo signore, sia riprodotta l’immagine di due mani giunte in preghiera, solo che, al posto di un rosario e del suo crocifisso, si notano le foglie di marijuana. (…) Persone così vanno aiutate”.

E Gloria Callarelli, altra esponente del PDF, ribadisce: “D’accordo con Damiano, invitiamo J-Ax a venire a Medjugorje. Probabilmente lui ancora non lo sa, ma, dentro al suo cuore e animo tormentato, si nasconde il desiderio di dare un perché alla vita. (…) Da madre vorrei combattere questa battaglia, per salvare i nostri figli. (…) J-AX venga a Medjugorje e diventi vero testimonial dei giovani”.

Antonella Sanicanti