Medjugorje: nella Domenica delle Palme c’è un segno da riconoscere.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:14

Una rilettura con Saverio Gaeta di tutti i Messaggi della Regina della Pace a Medjugorje alla veggente Mirjana il 2 del mese, anno per anno.

Medjugorje Saverio Gaeta - sullo sfondo la veggente Mirjana

Con Saverio Gaeta, giornalista vaticanista, scrittore e saggista italiano, abbiamo deciso di ripercorrere i preziosi inviti che la Madonna ci ha rivolto, per il tramite della veggente Mirjana, attraverso una rilettura di tutti i messaggi del 2 di ogni mese fino all’ultimo del 2 Marzo 2020. In totale di 183 messaggi donati in questa apparizione straordinaria.

La Madonna a Medjugorje il 18 marzo scorso, ha annunciato a Mirjana che non le apparirà più con cadenza mensile. Si è concluso così il ciclo delle apparizioni di ogni 2 del mese, come predetto dalla Vergine. Un evento che segna la fine di un tempo di particolare Grazia. Mentre l’apparizione del 18 Marzo a Mirjana durerà per tutta la sua vita.

Medjugorje - Mirjana
La veggente Mirjana – foto collezione privata Saverio Gaeta

Medjugorje: il punto di Saverio Gaeta

I MESSAGGI DEL 2007 A MIRJANA
“La garanzia offerta, allora come oggi, dalla Regina della Pace a Medjugorje è sempre la medesima: «In questi tempi dei segni di Dio, non abbiate paura perché io sono con voi». E oggi, Domenica delle Palme, il segno da riconoscere è quell’Uomo che giunge a Gerusalemme e che è il vero Dio.

Il suo amorevole invito è ad aprire il nostro cuore «verso la misericordia di Dio che si sta riversando su di voi per così tanto del vostro tempo». A nostra volta, l’impegno deve essere quello di guardare al prossimo: «Non volgete la testa da coloro che soffrono, perché il mio Figlio volge la testa da coloro che volgono la testa dagli altri»”.

Spunti di meditazione

Lo ricordo tutti i giorni per chi dovesse leggermi per la prima volta. Mi sono proposta la rilettura di tutti i messaggi dati alla veggente Mirjana di Medjugorje, il 2 del mese, che Saverio Gaeta ha raccolto, anno per anno. E’ un esercizio spirituale a pieno titolo, in questo tempo forte di Quaresima, che con la Domenica delle Palme, è entrato nella Settimana Santa. Ed è un proposito che consiglio a tutti perché è davvero arricchente.

Ma non solo, aggiungerei commovente, perché i messaggi della Regina della Pace, sono un dono che tocca il cuore, il cui valore supera ogni umana stima. Provo tanta gratitudine per tutti i consigli, i richiami, gli inviti materni della Madonna a Medjugorje che sono una sovrabbondanza di Grazia. E mi rendo conto di non rendermi mai (!) abbastanza conto, dell’immensa opportunità che Dio Padre ci ha dato, permettendoLe di venire in mezzo a noi per guidarci.

Mi soffermo sul messaggio del 2 marzo 2007, un vero inno all’amore.
La Madonna ci ricorda ciò che abbiamo accantonato: l’amore! Ci dice che la Sua presenza da così tanto tempo è in nome dell’amore. E a mandarla è il “grande amore“. Se ci rendessimo conto di quanto Dio ci ama, al punto da inviare sua Madre per aiutarci. E invece, con quanta indifferenza, diffidenza rispondiamo a un tale gesto d’amore?

Medjugorje le due regole

La Madonna a Medjugorje ci promette la Felicità eterna

La Madonna ci invita ad essere amore. Ci chiede di risvegliare l’amore nelle nostre famiglie, nucleo fondamentale della nostra società. Il primo luogo dove dovremmo imparare ad amare è proprio la famiglia. Ma oggi, la famiglia è cosi divisa, fragile, esposta ad ogni tipo di attacco. Perché manca l’elemento più importante, Dio. E’ Lui il grande assente nelle famiglie di oggi. E le conseguenze sono sotto i nostri occhi.

La Madonna allora ci sollecita a ristabilire la rotta nella direzione giusta. E per aiutarci ci rinnova costantemente l’invito alla preghiera e al digiuno, affinché “siano le vostre guide”. E allora i nostri cuori induriti, chiusi, si apriranno all’amore che è Gesù e quindi alla Salvezza eterna. E ancora nel messaggio del 2 ottobre 2007, Lei senza giri di parole ma con realismo ci avvisa:” La via nella quale vi guido a Dio è difficile, ma perseverate, e alla fine gioiremo tutti in Dio.

Non ci parla di facili consolazioni, la strada è ardua. Ma ci promette che se la percorreremo con determinazione, ci aspetta la Felicità, e ne godremo tutti insieme in Dio. E allora come si dice ne vale la pena. Vale tutta la lotta, la fatica che facciamo qui per poi godere della Bellezza del Cielo per sempre.

Medjugorje: la raccolta dei Messaggi della Regina della Pace – Anno 2007

2 gennaio: «Cari figli, in questo tempo santo pieno delle grazie di Dio e del suo amore che mi manda a voi, vi prego di non avere il cuore di pietra. Il digiuno e la preghiera siano le vostre armi per conoscere e avvicinarvi a Gesù, mio Figlio. Seguite me, il mio esempio luminoso. Vi aiuterò, sono accanto a voi. Vi ringrazio».

2 marzo: «Oggi vi parlerò di quello che avete dimenticato. Cari figli, il mio nome è amore. Il fatto che sono con voi così tanto del vostro tempo è amore, perché il grande amore mi manda. Chiedo a voi lo stesso. Chiedo l’amore nelle vostre famiglie. Chiedo che nel vostro fratello riconosciate l’amore. Solo così, tramite l’amore, vedrete il volto dell’amore più grande. Che il digiuno e la preghiera siano le vostre guide. Aprite i vostri cuori all’amore, cioè alla salvezza. Vi ringrazio».

2 aprile: «Cari figli, non abbiate il cuore duro verso la misericordia di Dio che si sta riversando su di voi per così tanto del vostro tempo. In questo speciale tempo di preghiera, permettetemi di trasformare i vostri cuori per aiutarmi ad avere mio Figlio risorto in tutti i cuori e affinché il mio cuore trionfi. Vi ringrazio». Al termine la Madonna ha aggiunto: «Non dimenticate che i vostri pastori hanno bisogno delle vostre preghiere».

 “Figli miei, non abbiate paura, io sono con voi”.

2 maggio: «Cari figli, oggi vengo a voi con il desiderio materno che mi diate i vostri cuori. Figli miei, fatelo con totale fiducia e senza paura. Io metterò nei vostri cuori mio Figlio e la sua misericordia. Allora, cari figli, guarderete con occhi diversi il mondo che è attorno a voi. Vedrete il vostro prossimo, sentirete i suoi dolori e le sue sofferenze. Non volgete la testa da coloro che soffrono, perché il mio Figlio volge la testa da coloro che volgono la testa dagli altri. Figlioli, non esitate».

2 giugno: «Cari figli, anche in questo tempo difficile l’amore di Dio mi manda a voi. Figli miei, non abbiate paura, io sono con voi. Con totale fiducia datemi i vostri cuori perché io possa aiutarvi a riconoscere i segni di questi tempi nei quali vivete. Io vi aiuterò a conoscere l’amore di mio Figlio. Io, attraverso di voi, trionferò. Vi ringrazio».

2 luglio: «Cari figli, nel grande amore di Dio oggi vengo a voi per condurvi sulla via dell’umiltà e della mitezza. Prima stazione su questa via, figli miei, è la confessione. Rinunciate al vostro orgoglio e inginocchiatevi davanti al mio Figlio. Comprendete, figli miei, che non avete niente e non potete niente. L’unica cosa vostra e quello che possedete è il peccato. Purificatevi e accettate la mitezza e l’umiltà. Mio Figlio avrebbe potuto vincere con la forza, ma ha scelto la mitezza, l’umiltà e l’amore. Seguite mio Figlio e datemi le vostre mani, affinché insieme saliamo sul monte e vinciamo. Vi ringrazio».

Medjugorje - Mirijana

“Cari figli, avrò la vostra Salvezza”

2 agosto: «Cari figli, oggi guardo nei vostri cuori e, guardandoli, il mio cuore si stringe nel dolore. Figli miei, vi chiedo amore incondizionato e puro verso Dio. Saprete di essere sulla retta via quando con il corpo sarete sulla terra ma con l’anima sempre con Dio. Attraverso questo amore incondizionato e puro vedrete mio Figlio in ogni uomo. Sentirete l’unione in Dio. Io come Madre sarò felice perché avrò i vostri cuori santi e uniti. Cari figli, avrò la vostra salvezza. Vi ringrazio».

2 settembre: «Cari figli, in questi tempi dei segni di Dio, non abbiate paura perché io sono con voi. L’amore grande di Dio mi manda per condurvi alla salvezza. Datemi i vostri cuori semplici, purificati con il digiuno e la preghiera. Solo nella semplicità dei vostri cuori c’è la vostra salvezza. Io sarò con voi e vi guiderò. Vi ringrazio».

2 ottobre: «Cari figli, vi invito nella mia missione, accompagnatemi a cuore aperto e con totale fiducia. La via nella quale vi guido a Dio è difficile, ma perseverate, e alla fine gioiremo tutti in Dio. Perciò, cari figli, non cessate di pregare per il dono della fede. Solo attraverso la fede la parola di Dio sarà luce in questa tenebra che vi vuole avvolgere. Non temete, io sono con voi. Vi ringrazio!».

“Figli miei, fermatevi per un attimo e guardate nei vostri cuori”.

2 novembre: «Cari figli, oggi vi invito ad aprire il vostro cuore allo Spirito Santo, permettetegli di trasformarvi. Figli miei, Dio è bene supremo e per questo come Madre vi prego, pregate, pregate, pregate, digiunate e sperate: questo bene è possibile raggiungerlo, perché da questo bene nasce l’amore. Lo Spirito Santo rinforzerà questo amore in voi e potrete chiamare Dio vostro Padre. Attraverso questo supremo amore amerete sinceramente tutte le persone e in Dio le considererete fratelli e sorelle. Vi ringrazio».

2 dicembre: La Madonna era molto triste, per tutto il tempo aveva le lacrime negli occhi: «Cari figli, mentre guardo nei vostri cuori, il mio cuore si riempie di dolore e fremito. Figli miei, fermatevi per un attimo e guardate nei vostri cuori. Il mio Figlio, vostro Dio, è veramente al primo posto? Sono veramente le sue leggi la misura della vostra vita? Vi avverto di nuovo. Senza fede non c’è la vicinanza di Dio, non c’è la parola di Dio che è la luce della salvezza e la luce del buon senso».

Simona Amabene  

@Riproduzine riservata 

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]