Medjugorje: monsignor Hoser celebra la messa a Surmanci

Monsigonr HoserMonsignor Hoser, Visitatore Apostolico permanente per volere di papa Francesco, la scorsa domenica ha celebrato la messa al fianco del parroco della chiesa di Gesù Misericordioso a Surmanci.

Sin dal suo approdo in Bosnia, durante la prima visita apostolica voluta dal papa, monsignor Hoser (Arcivescovo della diocesi di Cracovia e Praga) ha manifestato il proprio stupore per il modo in cui i fedeli presenti a Medjugorje (fossero essi residenti o pellegrini) manifestavano la propria fede in Cristo. Prima del suo arrivo, infatti, c’era qualche dubbio su quanto succedeva nel paesino bosniaco, si pensava addirittura che il culto mariano oscurasse quello di Cristo, ma sin dalle prime ore Monsignor Hoser ha constatato che il culto di Medjugorje è fortemente cristocentrico.

La relazione positiva sui frutti “Innegabili” che apporta alla fede cattolica Medjugorje, ha convinto papa Francesco a mandare in pianta stabile monsignor Hoser affinché stabilisse la pastorale della diocesi. La permanenza del Visitatore Apostolico pare sia proficua e che questo trovi davvero bello il modo in cui i locali professano la loro fede.  Lo dimostra il fatto che il monsignore si sia concesso la scorsa domenica per la celebrazione al fianco del parroco della Chiesa di Gesù Misericordioso a Surmanci.

Monsignor Hoser si unisce alle celebrazioni dopo la Messa

La presenza del visitatore apostolico accanto a Fra Marinco Sakota è stata una lieta novità per i parrocchiani che hanno potuto godere della saggezza e dell’esperienza del monsignore durante la celebrazione. Al termine della Santa Messa, Hoser si è intrattenuto fuori dalla parrocchia (affiliata a quella di Medjugorje): questi infatti avevano in programma canti e balli per celebrare ulteriormente la loro fede in Dio a cui si è unito con piacere. Infine il monsignore ha assistito anche all’esibizione dell’orchestra e del coro locale.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello