Medjugorje, ultimo messaggio del 2 Marzo: “Misericordia? Voi Perdonate”

Cosa ci vuole dire la Madonna nel suo ultimo messaggio?

E’ un invito a comprendere le sue parole. Lei prega per noi come Madre. Ma noi chiediamo Misericordia senza però saper perdonare.

medjugorje

Il testo ufficiale dell’ultimo messaggio del 2 Marzo 2019 da Medjugorje non si è fatto attendere. La Madonna è apparsa alla Croce Blu alla veggente Mirjana intorno alle 8.45.

Un messaggio molto profondo che riprende il filo di quanto la Gospa aveva detto lo scorso 25 di Febbraio a Marija. Neanche una settimana fa avevamo ricevuto un invito alla vita nuova”, alla conversione. In questa nuova apparizione, la Madonna, con il tono di una mamma che è in apprensione per i propri figli, ci spiega cos’è che non va nei nostri cuori.

Medjugorje: messaggio del 2 Marzo 2019

“Cari figli, vi chiamo apostoli del mio amore. Vi mostro mio Figlio, che è la vera pace ed il vero amore. Come Madre, mediante la grazia divina, desidero guidarvi a lui. Figli miei, per questo vi invito ad osservare voi stessi partendo da mio Figlio, a guardare a lui col cuore ed a vedere col cuore dove siete voi e dove sta andando la vostra vita.

Figli miei, vi invito a comprendere che vivete grazie a mio Figlio, mediante il suo amore e il suo sacrificio. Voi chiedete a mio Figlio di essere clemente con voi, ma io invito voi alla misericordia. Gli chiedete di essere buono con voi e di perdonarvi, ma da quanto tempo io prego voi, miei figli, di perdonare ed amare tutti gli uomini che incontrate! Quando capirete col cuore le mie parole, comprenderete e conoscerete il vero amore, e potrete essere apostoli di quell’amore, miei apostoli, miei cari figli. Vi ringrazio!”

Maria ci sostiene, ma noi dobbiamo saper perdonare

Proviamo a meditare su alcune parole di questo ultimo messaggio lasciato dalla Gospa.

Quante volte abbiamo profondamente riflettuto come la Madonna chiede a Mirjana?
“vi invito ad osservare voi stessi partendo da mio Figlio, a guardare a lui col cuore ed a vedere col cuore dove siete voi e dove sta andando la vostra vita.
Quante volte abbiamo provato a staccarci per un attimo dalle frenesie del quotidiano ed abbiamo provato a rileggere le “nostre cose” attraverso la Parola?

Questo Maria ci chiede: di guardare nel profondo del nostro cuore, lì dove solo il Padre può entrare, e fare un po’ di silenzio per ascoltarlo. In quel luogo intimo dove noi creiamo il nostro rapporto con Dio Padre. Dove ci è troppo spesso scomodo entrare. Dove non abbiamo veli o maschere. Dove scopriamo chi realmente siamo. Lì ci attende Dio a braccia aperte.

Questo è un appello per tutti e si riallaccia benissimo alla frase del messaggio della scorso 25 Febbraio: “Non importa quanti anni abbiate, aprite il vostro cuore a Gesù che vi trasformerà”. E’ ora (anche questo un concetto che viene dalla scorso messaggio), di comprendere qual’è il nostro rapporto con Dio. “Vi invito a comprendere che vivete grazie a mio Figlio, mediante il suo amore e il suo sacrificio”. 

Quando siamo davanti ad un crocifisso, ci siamo mai realmente chiesti: Ma Io credo che Tu sei realmente morto per me? Il Credo è la base della nostra fede, lo professiamo dal Battesimo in ogni Santa Messa. Ma lo facciamo a cantilena o consci del significato di queste parole?

Credo Apostolico

Io credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra e in Gesù Cristo, Suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine,
patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio, Padre onnipotente: di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica, la Comunione dei Santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen.

Trinità

La Misericordia è perdonare

L’invito della Vergine è dunque accorato, ce l’ha con il nostro modo di pregare, con nostro modo di intendere la Misericordia del Padre. Con la nostra mancanza di perdono. Se non c’è perdono non c’è Misericordia. Come pretendere senza dare?

Voi chiedete a mio Figlio di essere clemente con voi, ma io invito voi alla misericordia. Gli chiedete di essere buono con voi e di perdonarvi, ma da quanto tempo io prego voi, miei figli, di perdonare ed amare tutti gli uomini che incontrate! Dio è Misericordioso, si. Ma è anche e soprattutto Giusto.

Cristiano Sabatini

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]