Medjugorje, ultimo messaggio del 18 Marzo: “Gesù può trovare se stesso in voi? “

Cosa ci vuole dire la Madonna nel suo ultimo messaggio?

I suoi occhi miti e pieni di calore, nel vostro cuore cercano se stesso. Può trovare Lui se stesso in voi, figli miei?

medjugorje

In questo messaggio straordinario la cosa che più colpisce è l’amore materno che Maria dimostra per noi suoi figli.
Sono qui come madre ci dice ma anche ci mostra il senso della sua missione e della sua venuta sulla terra come messaggera dell’infinito amore misericordioso del suo figlio Gesù.

L’invito ad accogliere Gesù

La Madonna ci invita, come Regina della Pace, ad accogliere Gesù nella nostra vita. Questo ci dimostra che, anche a Medjugorje, la figura centrale rimane sempre Gesù e non Maria, come è giusto che sia. Cari figli, come madre, come Regina della Pace, vi invito ad accogliere mio Figlio affinché Lui possa donarvi la pace dell’anima, affinché Lui possa donarvi ciò che è giusto, ciò che è il vostro bene.

Nelle formelle in bronzo della via crucis sul Kricevac Maria è presente, certo, ma sempre in maniera defilata. Propri a mettere in risalto che il centro, il fulcro è la figura di Gesù. Quello che commuove è quanto sia accorato l’appello della Vergine a lasciare che Gesù operi nella nostra vita e nei nostri cuori.  AccoglieteLo e allora i momenti del dolore e della sofferenza diventeranno i momenti della beatitudine. 

Senza Cristo non c’è salvezza

Poche ore prima papa Francesco affermava: non c’è salvezza senza la croce. Questo cambia radicalmente il nostro concetto di sofferenza: sofferenza non è più una punizione, qualcosa da cui fuggire, ma bensì qualcosa da amare e da offrire. Perciò, figli miei, mentre mio Figlio vi guarda con i suoi occhi divini, penetra nel vostro cuore. I suoi occhi miti e pieni di calore, nel vostro cuore cercano se stesso.

Gesù ci guarda. Accettare Gesù nella nostra vita significa trovare la vera pace, non solo nel nostro cuore ma anche nel cuore di tutti gli altri che ci circondano. La Madonna ci chiede questo semplice ma importante gesto: accogliere suo figlio Gesù. Tutto il resto ci sarà dato in più. AccettateLo e troverete la pace nell’anima e la diffonderete a tutti intorno a voi.

“Pregate per i vostri pastori”

Come sempre la Gospai invita a pregare per i nostri pastori questo per ricordarci la sua missione ecclesiofora: Maria conclude la sua missione di “portatrice” stando proprio in mezzo ai discepoli, cioè nella Chiesa. Portatrice è infatti colei che porta Cristo perché lo possiede e lo contiene nel suo cuore. Ascoltatemi, figli miei. Pregate per i pastori, per coloro le quali mani mio Figlio ha benedetto.

Maria nell’Annunciazione ha accolto il mistero del Verbo incarnato, lo ha
interiorizzato profondamente nel suo essere madre e credente. Solo se si ha Cristo
e lo si vive dentro di noi, si può donarlo e diffonderlo.

Leggi: messaggio straordinario del 18 Marzo 2018