Medjugorje: la guarigione miracolosa di Antonio, medico di Napoli

Antonio è guarito dal tumore grazie alla Madonna di Medjugorje?

Secondo il medico campano, beneficiario del presunto miracolo, non ci sarebbe dubbi.

medjugorje, la miracolosa guarigione di Antonio

Antonio, medico di Napoli, afferma con assoluta convinzione che la sua guarigione dal tumore al colon che lo ha aveva colpito è da tributare ad un intervento della Madonna di Medjugorje.

La fama di Medjugorje non è dovuta semplicemente alle apparizioni della Madonna o all’esistenza di 10 segreti che devono ancora essere comunicati al mondo, ma anche e sopratutto alle testimonianze di pellegrini e fedeli che riportano di conversioni imprevedibili e guarigioni assolutamente inspiegabili dal punto di vista medico. Così come accade da oltre un secolo a Lourdes, anche nel paese bosniaco queste testimonianze di guarigione sono raccolte in grossi fascicoli che includono anche la documentazione medica relativo al caso ed i pareri di professionisti che spiegano per quale motivo da un punto di vista medico tale guarigione è quantomeno insolita.

La guarigione di Antonio: “Ho ricevuto la grazia dalla Madonna di Medjugorje”

Ciò che differenzia la testimonianza di Antonio dalle altre lasciate in questi anni a Medjugorje è il fatto che a sostenere che il miglioramento delle proprie condizioni sia da attribuire all’intervento divino sia un medico. Antonio ha raccontato più volte nel corso di questi anni la sua storia e ancora oggi non si stanca di testimoniare la propria fede nella Madonna. Tutto è cominciato nel 1982, ad Antonio viene diagnosticato un tumore al colon e per i successivi 7 anni è stato costretto a numerose operazioni e terapie, finché nel 1989 gli viene detto che gli restano solamente 15 giorni di vita.

Da sempre credente, Antonio chiede alla Madonna di Medjugorje la grazia. Il mattino seguente era miracolosamente guarito: “Il quattro aprile del 1989 andai dal professor Zannini per una visita di controllo. Egli constatò che la fistola era sempre in atto, inguaribile. Cinque giorni dopo, il nove aprile, alla sera tardi mio figlio, che era diventato medico, mi praticò l’ultima medicazione di quella giornata. La fistola era sempre là, viva, sanguinante, dolorante, inguaribile. Come sempre, anche quella sera prima di addormentarmi pregai la Madonna chiedendole la grazia di guarire. Al mattino, quando mi svegliai, mio figlio venne per la medicazione. Tolse le bende e con stupore constatò che la fistola non c’era più. La pelle dell’addome era perfettamente asciutta, liscia, il foro era scomparso”.

Antonio non poteva credere ai suoi occhi, ciò che era successo era scientificamente inspiegabile e non aveva dubbi che la sua preghiera fosse stata ascoltata dalla Madonna. Ancora colmo di gioia decise di andare in pellegrinaggio a Medjugorje per ringraziare la Regina della Pace per la grazia ricevuta. Tornato a Napoli si è sottoposto al controllo del medico che lo aveva avuto in cura il quale gli ha rilasciato una dichiarazione in cui testimonia che il paziente è guarito senza intervento chirurgico o trattamento medico, la cosa più incredibile è che: “Dal 9 aprile 1989 io non ho più avuto niente. Ho ripreso la mia vita normale. Lavoro, visito, mangio, viaggio, sto benissimo. E ancora ringrazio la Vergine perché ogni giorno di vita, date le condizioni in cui mi trovavo, è un nuovo prodigio di bontà del Signore e della Madonna”.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]